Skip to content

Parcheggi e decoro, inizia bene la prima tappa di Itinera

30 giugno 2015

11265279_10206056489870174_3045442310526519063_nCittadini, commercianti, residenti nel centro storico, in molti ieri sera 29 Giugno hanno partecipato all’assemblea pubblica di Itinera che trattava i temi del nostro centro cittadino, la ZTL, i parcheggi, Palazzo Ducale e il decoro urbano. Una partecipazione sentita, animata dalla necessità di ascolto che hanno manifestato i presenti, cittadini che subiscono decisioni prese dall’alto, senza un reale processo partecipativo che coinvolga in modo attivo i massesi, con le loro esigenze e anche le loro idee.
E’ stata una serata di dialogo, di confronto, che ha portato alla segnalazione di diverse criticità all’interno delle nuove disposizioni comunali e alla ricerca di soluzioni che possano ovviare a quelle che sono apparse come delle lacune dell’Amministrazione.

Ad esempio, circa l’accesso alla ZTL, c’è da considerare la presenza di anziani residenti, che non posseggono veicoli e che si appoggiano ai familiari per poter uscire di casa. In questi casi non è possibile un solo pass di accesso affinchè queste persone possano essere prese e riaccompagnate a casa, perchè esisterebbe un vincolo stretto con un solo parente, vincolo che andrebbe a limitare le possibili uscite di casa di questi anziani. E’ necessario trovare una soluzione perchè queste persone non vengano penalizzate e non finiscano per rimanere sempre chiuse in casa perchè nessuno dei familiari può accedere alla ZTL. Se si parla di una zona a traffico limitato nata per migliorare la vita dei Massesi si tenga soprattutto conto di non creare danno a nessuno, soprattutto alle classi più disagiate.

Si è parlato anche di Via Guidoni, transennata su un lato e diventata un ricettacolo di sporcizia e guano di piccioni, la cui pulizia è da considerarsi un terno al lotto dato che nei giorni in cui dovrebbe avvenire, tutto dipende dalle tempistiche. La macchina spazzatrice dell’ASMIU deve arrivare nella via proprio quando gli operai del Comune hanno spostato le transenne per farla passare. Ma basta un ritardo e la pulizia salta.
Dal confronto attivo con i cittadini sono quindi nate due interpellanze, che verranno protocollate nei prossimi giorni dai nostri consiglieri Luana Mencarelli e Riccardo Ricciardi.
Il M5S continua le sue assemblee di Itinera e lunedi prossimo farà tappa in piazza della Stazione, dove si tratteranno i temi più scottanti del quartiere, in particolare quello della sicurezza

Alla partenza “ITINERA 2015″

28 giugno 2015


Il M5S di Massa informa i cittadini che da lunedi 29 giugno riparte, per il secondo anno, Itinera – Parliamone Insieme.
Le assemblee del MoVimento saranno quindi itineranti e si si terranno nei diversi quartieri della città, saranno serate di incontro, aperte a tutti, e occasioni per confrontarsi, condividere, proporre, ascoltare, denunciare, segnalare.
Durante questi incontri si raccoglieranno le istanze della cittadinanza e si prepareranno immediatamente i documenti necessari, segnalazioni, interpellanze, interrogazioni, per presentare la voce dei cittadini in Consiglio Comunale.
Le tappe di Itinera toccheranno varie zone di Massa, ad esempio Cervara, Santa Lucia, Forno, Ricortola, Ortola, Poggi, le prime due tappe saranno dedicate a delle problematiche urgenti della città, e molto sentite sentite dai Massesi.
Il primo incontro si svolgerà lunedi prossimo, 29 giugno, alle 21, in piazza Mercato e sarà dedicato al Centro Storico, con il problema dei parcheggi a pagamento, della ZTL, della situazione di Palazzo Ducale pericolante e della mancanza di decoro urbano.
Lunedi 6 Luglio sempre alle 21, saremo invece in Piazza della Stazione per discutere di sicurezza, problema scottante della zona.
Aspettiamo i cittadini in piazza, sarà anche un’occasione per prendere un caffè insieme, e il caffè lo portiamo noi.

Parcheggi a pagamento, decidiamo con i cittadini

20 giugno 2015
Schermata 2015-06-20 alle 21.30.50

Riccardo Ricciardi

I cittadini massesi si sono ritrovati, dalla sera alla mattina, una riorganizzazione immediata e traumatica dei parcheggi, risultando vittime di una operazione di cassa che li costringe così a pagare o rinunciare ad andare in centro.
La mobilità di una città non si cambia con una ZTL e i parcheggi a pagamento.
“Per cambiare il concetto di mobilità che ha una città servono anni, investimenti su mezzi pubblici, graduali modifiche al fine di utilizzare meno le automobili – dichiara Riccardo Ricciardi, capogruppo del Movimento 5 Stelle – farlo così traumaticamente, in un periodo di crisi per commercianti e liberi professionisti è solamente dannoso. Un percorso di partecipazione vero non avrebbe portato a questa reazione collettiva. Il cittadino non deve essere costretto a non usare la macchina ma essere messo in condizione di trovare più utile ed economico l’uso dei mezzi pubblici”.
La reazione dei cittadini è la chiara conseguenza di una azione che oltre e non essere figlia di un percorso di partecipazione vero, risulta essere la solita operazione di cassa che grava sui portafogli dei cittadini e che comporterà sanzioni, malumori, minore afflusso in centro, minore lavoro per i commercianti e gli esercenti, minore qualità di vita per i Massesi.
Va bene che il blu sfina, che è un tipico colore estivo, ma il blu che ha invaso negli ultimi giorni Massa sembra più un blu abisso, un blu notte che sfina solo le tasche dei cittadini.
Vorremmo concludere parlando della levata di scudi di gran parte della commissione Lavori Pubblici sull’argomento: è il classico “chiudere il cancello dopo che i buoi sono andati via”. Evidentemente è il primo regolamento di conti post elezioni tra il vecchio e il meno (?) vecchio PD. Qualche finta opposizione si presta volentieri al loro gioco.

M5S Massa chiede dimissioni a Paci

16 giugno 2015

Comunicato stampa

Il Movimento 5 Stelle di Massa chiede le dimissioni del consigliere Paci Matteo a seguito di una mozione di sfiducia votata all’unanimità durante l’assemblea di verifica semestrale Domenica 14 Giugno.
L’assemblea semestrale è uno strumento di confronto e verifica del lavoro dei consiglieri e del gruppo. La verifica è aperta ad attivisti, simpatizzanti ed elettori del M5S che mediante una scheda di valutazione esprimono un giudizio sull’operato dei consiglieri e del gruppo al quale possono allegare anche un commento.
Per quanto riguarda Paci tutti i giudizi sono stati insufficienti e nei commenti traspare lo scollamento ormai cronico tra il consigliere ed il M5S a tutti i livelli. L’assenza di qualsiasi tipo di condivisione e contatto con l’assemblea, l’assenza alla campagna elettorale regionale, della quale non ha sottoscritto la lista né partecipato alla raccolta delle firme, le continue critiche all’operato del M5S nazionale e locale, la insufficiente attività di ascolto alle istanze del territorio e la non presenza alle commissioni consiliari.
Il M5S chiede a Paci un atto di maturità e di consapevolezza nel rassegnare le dimissioni lasciando il posto al primo dei non eletti, rispettando il volere dei tanti elettori massesi che hanno votato un progetto politico e non certo la singola persona, sulla quale comunque ci hanno espresso insoddisfazione. Può succedere che durante un percorso politico individualmente si scopra di non avere più affinità per sostenere il progetto comune, in quel momento si dovrebbe dimostrare rispetto per le persone che continuano a crederci e a sostenerlo, attraverso una dignitosa separazione.
Nel M5S le regole sono poche, fondamentali e chiare: condivisione, trasparenza, coerenza, partecipazione, che servono ad indirizzare la nostra politica, ma anche ad evitare le prevaricazioni individuali. Riconosciamo la libertà di non condividerle, ma non all’interno del nostro percorso.

M5S Massa

Ecco i biglietti vincitori della lotteria 5 Stelle

12 giugno 2015

Schermata 2015-06-12 alle 23.25.37the winner is…” scherzando con la frase più celebre per decretare i vincitori e creare suspense, martedì 9 giugno, presso la sede di Massa del M5S, in Galleria Sanzio, si è svolta l’estrazione dei biglietti vincenti della prima lotteria 5 stelle.
Alla presenza dell’incaricata del Sindaco, Melania Carnevali, dopo tutte le operazioni di rito imposte dal regolamento dei monopoli di stato, un’emozionatissima Amanda, la bambina che si è prestata nella parte della dea della fortuna, ha estratto i biglietti vincenti.
I premi, del valore di 450, 250 e 150 euro sono stati rispettivamente abbinati ai biglietti n. 000983, 000515 e 001107.
Questa lotteria è un’ulteriore esempio di micro finanziamento dell’attività politica del MoVimento 5 Stelle che continua a rifiutare soldi pubblici e maxi “elargizioni” di soggetti privati.

Paci, che peccato

7 giugno 2015

28014929-grunge-timbro-di-gomma-con-il-testo-improduttivo-illustrazione-vettorialeComunicato stampa

“Apprendiamo dalle pagine dei giornali locali il malcontento del consigliere Matteo Paci sul risultato delle elezioni regionali e la sua personale lettura delle motivazioni di quella che legge come una “sconfitta”, contrariamente a molta stampa e rappresentanti M5S a tutti i livelli istituzionali.
Per quanto concerne l’analisi del risultato elettorale è certo il dispiacere per non aver conquistato la presidenza della Regione – soprattutto perché unica forza politica ad essersi presentata agli elettori con un programma pubblico e integrato – ma allo stesso modo ci riteniamo soddisfatti nel vedere il nostro consenso locale passare a Massa da un 9,30% del 2013 ad un 18,37% attuale e a Montignoso dal 5,45% del 2011 al 15,93% 2015, aspetto riconosciuto da tutti gli analisti del settore.
Per quanto riguarda Paci, ci spiace non aver potuto fruire delle sue valutazioni critiche su strategie comunicative e selezione delle candidature quando queste avrebbero avuto una componente costruttiva, ovvero all’interno delle numerose riunioni svolte a riguardo, alle quali non ha mai partecipato.
Certo desta stupore e qualche mal di pancia vederle arrivare all’indomani di una campagna elettorale cui non ha mai collaborato, né offrendosi come autenticatore per la raccolta delle firme necessarie – i “banchini” a lui tanto indigesti servono anche a questo – né sottoscrivendo la lista da presentare, né tantomeno adoperando parte del suo tempo libero per contribuire al programma – elaborato con metodo condiviso entro la cornice di un tavolo regionale aperto – e alla sua divulgazione comunicativa.
Potrebbe dire qualcuno che sia eccessivamente impegnato nell’attività di consigliere comunale, ma qui ci soccorrerebbe la statistica: Matteo Paci è infatti tra i consiglieri comunali meno produttivi, poco presente nelle commissioni e con scarsa attività di ascolto delle istanze provenienti dal territorio.
Un vero peccato se si considera che il Movimento 5 Stelle fa del lavoro degli eletti e della loro abnegazione all’ascolto dei cittadini il pilastro della propria attività di rappresentanza politica.
Siamo consapevoli che essere parte del Movimento non è cosa facile, molti hanno dimostrato di non farcela, perché anche se le regole sono poche, sono imprescindibili: partecipazione, condivisione, trasparenza e soprattutto coerenza con questi principi sottoscritti con l’accettazione della candidatura.
Certo si deve essere disposti ad investire del proprio tempo ed energie, per rispettare tutto ciò.
Soprattutto si deve essere disposti a mettere da parte ambizioni personalistiche, bramosie individuali e incapacità di stare insieme ad altri sullo stesso piano.
A tal proposito è interessante rilevare una nota sul richiamo di Paci al regolamento interno del gruppo, teso a regolare con un minimo di ordine l’attività di democrazia partecipativa. La critica proviene infatti proprio da chi non ha mai partecipato né alla sua stesura, né alle numerose iniziative di attuazione di tale metodo di democrazia diretta, quali i tavoli di lavoro tematici scelti in base a questionari somministrati ai cittadini proprio grazie a quei “banchini” bistrattati da Paci.
Dalle varie e ripetute dichiarazioni di Paci prendiamo atto del profondo scollamento con la linea del M5S e ne attendiamo le naturali conseguenze. Serve coraggio per uscire da un Movimento che si è capito di non condividere.

MoVimento 5 Stelle Massa e Montignoso

Assemblea semestrale di verifica

7 giugno 2015

vero-o-falso-omino_300pxDomenica 14 Giugno ore 10.00 avrà luogo l’assemblea semestrale di verifica, presso la Sede M5S Massa Galleria Sanzio.

L’ assemblea di verifica  sull’operato del Gruppo Attivisti e dei singoli Consiglieri eletti  viene indetta ogni 6 mesi ed è aperta a sostenitori, elettori, Simpatizzanti e Attivisti. L’incontro semestrale è un momento di dialogo e di confronto tra i consiglieri  del M5S e i cittadini durante il quale tutti i presenti possono  liberamente esprimere la propria opinione .

.

 

STRUTTURA DELL’ASSEMBLEA DI  VERIFICA

–  Relazione dei consiglieri : comprende ciò che è stato fatto nei sei mesi di lavoro dai  consiglieri e le iniziative che  si prevede di realizzare.

– Domande dei cittadini : previa prenotazione tutti i presenti possono fare interventi o domande ai Consiglieri .

– Compilazione delle schede : Simpatizzanti e Attivisti possono  esprimere un giudizio e una valutazione sull’operato del gruppo degli Attivisti e  dei singoli Consiglieri eletti tramite la compilazione di apposite schede di gradimento.

In base ai risultati delle valutazioni espresse , può essere richiesta  e votata al termine dell’Assemblea una mozione di sfiducia verso uno o più Consiglieri

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 8.738 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: