Skip to content

Sono arrivati a 104….

14 marzo 2017

Sono arrivati a 104 gli atti che aspettano di essere discussi nell’ordine del giorno del Consiglio Comunale di Massa, una lista di attesa degna di quelle dell’ASL, entrambe di fatto amministrate dallo stesso partito e dai suoi alleati. Questa maggioranza gestisce il Consiglio alla stregua di un dopolavoro e la sede massima della discussione cittadina non viene fatta funzionare, il Presidente Ceccotti e il Sindaco Volpi ne sono i responsabili in prima persona.

Sentite dalla viva voce del Consigliere del M5S Riccardo Ricciardi cosa succede

EVAM, rischia la vendita

14 marzo 2017

EVAM rischia nuovamente di essere venduta, la causa è il decreto Madia che prevede la cessione da parte delle amministrazioni pubbliche delle quote di partecipazione in società che non svolgono attività funzionali alla propria attività amministrativa. Fortunatamente la riforma è stata contestata dalla Consulta, per cui il piano di dismissione o chiusura è slittato dal 23 Marzo a fine Giugno.

Tra gli articoli della riforma ci potrebbe essere un appiglio per evitarne la vendita. Il Sindaco dovrebbe portare delle valide motivazioni al Presidente del Consiglio per giustificarne il mantenimento nel proprio patrimonio. Il M5S pensa che la più valida di queste motivazioni stia proprio nella ragione sociale dell’azienda EVAM, ovvero la Valorizzazione delle Acque Minerali, risorsa caratteristica del nostro territorio. Possiamo infatti facilmente intuire come la pubblicizzazione di questo bene peculiare opportunamente utilizzato potrebbe servire di sostegno al rilancio turistico della nostra zona con ripercussioni economiche e lavorative.

Newsletter M5S Massa nr.4

12 marzo 2017

Bagno Irene ancora sulla notizia questa settimana: dopo aver distrutto parte della rara macchia mediterranea, vengono anche misteriosamente ritrovati 50 quintali di Eternit sotto una duna. Aumentano le domande e la Procura apre un fascicolo. Quando e chi ha sotterrato l’eternit? Su La Nazione scrivono che da foto aeree la vegetazione sulla duna era presente almeno dal 2003, mentre Italia Nostra afferma che era stata fatta una tomografia di tutta l’area e non ne era stata rilevata alcuna traccia nel 2008, anno del subentro degli attuali concessionari. Ma la domanda più inquietante è: visto che la gran parte delle cabine degli stabilimenti balneari aveva una copertura di Eternit, la prassi di seppellirlo sotto la spiaggia da quali e quanti altri siti sarà stata utilizzata? Il Sindaco garante della salute pubblica cosa intende fare? Abbiamo una coscienza ambientale ancora tutta da costruire.

Questa settimana ci siamo occupati anche delle lacune del Consiglio Comunale, pensate che nel prossimo, convocato per mercoledì, sono saliti a ben 104 gli atti da discutere. Uno degli indicatori di fallimento della gestione Volpi-Ceccotti, non solo per i ritardi, ma anche per l’uso dell’Istituzione a favore del PD, come potrete leggere negli articoli pubblicati. Poi ancora NOA, dopo un anno e mezzo dall’apertura ancora non è presente l’ufficio per le dichiarazioni di nascita obbligatorio per legge, un servizio utile ai neo genitori, soprattutto a quelli di altri Comuni.

Infine al via la nostra indagine sul nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta, vogliamo sapere cosa ne pensano i massesi che la devono fare e quali suggerimenti hanno da proporre.

Il dialogo con i cittadini è uno dei pilastri del M5S di Massa.

Buona lettura 

Un Consiglio inefficiente, 93 atti in attesa di discussione

“Il Consiglio Comunale è semplicemente un’assemblea di maggiordomi che esiste solamente per ratificare le (poche) scelte dell’Amministrazione. È completamente esautorato dalle proprie funzioni visto che tra inadempienze e mancanza del numero legale sono ormai 93 gli atti in attesa di discussione che riempono le dieci pagine dell’ordine del giorno del Consiglio – spiega il Consigliere del M5S Riccardo Ricciardi che continua – abbiamo importanti mozioni ferme da anni che probabilmente non verranno mai discusse”… leggi tutto

Al via il sondaggio M5S sulla raccolta differenziata a Massa

“Partirà il prossimo 10 Marzo l’indagine sull’andamento della raccolta differenziata in città, ideata dal Movimento 5 stelle di Massa.” ad annunciarlo è Simone Albani, attivista del M5S e facente parte del gruppo di studio Rifiuti del Meetup Massa…leggi tutto

Delibera consegnata solo al PD. W la democrazia

In Commissione Urbanistica stiamo aspettando la delibera di accompagnamento della giunta alle osservazioni pervenute al Regolamento Urbanistico da circa due mesi. È un documento fondamentale, basilare, per poter avviare la discussione sull’atto più importante di questa Amministrazione e non solo. Mercoledì scorso, il presidente della commissione urbanistica, Luigi Turri, ha comunicato che la mattina precedente in Consiglio Comunale è stata consegnata una busta dalla Presidenza del Consiglio esclusivamente ai consiglieri del PDleggi tutto

Noa, manca ufficio registrazione nascite

Dal 13 Novembre 2015, data in cui il NOA prese a funzionare come ospedale unico dell’intera area apuana, ad oggi la direzione sanitaria non ha ancora predisposto l’ufficio preposto alla raccolta delle dichiarazioni di nascita…leggi tutto


Iscriviti alla Newsletter scrivendo “iscrizione NL” a info@massa5stelle.it

Aiuta il M5S Massa:

– diffondendo questa Newsletter ai tuoi amici e contatti

– mettendo “mi piace” alla nostra pagina FB Movimento 5 Stelle Massa

– diventando nostro follower su Twitter @massa5stelle

 

 

 

NOA, manca ufficio registrazione nascite

11 marzo 2017

Dal 13 Novembre 2015, data in cui il NOA prese a funzionare come ospedale unico dell’intera area apuana, ad oggi la direzione sanitaria non ha ancora predisposto l’ufficio preposto alla raccolta delle dichiarazioni di nascita, contravvenendo alle prescrizioni del DPR 396 del 2000 che all’art 30 stabilisce appunto che – La dichiarazione può essere resa, entro dieci giorni dalla nascita, presso il Comune nel cui territorio è avvenuto il parto o in alternativa, entro tre giorni, presso la direzione sanitaria dell’ospedale o della casa di cura in cui è avvenuta la nascita -.

“Considerando il vasto bacino geografico di utenti che la riforma sanitaria regionale di Rossi ha costretto a confluire all’unico Ospedale Apuano, si capisce come questo servizio sia indispensabile per la madre e il padre dei nuovi nascituri” afferma la Consigliera Luana Mencarelli che prosegue “riconoscere questa possibilità ai genitori è un obbligo di legge e non un servizio facoltativo che la direzione sanitaria può decidere di offrire o meno. Ci chiediamo quindi cosa osti l’obbligatoria costituzione di tale ufficio: un voluto risparmio di risorse, la carenza di personale, l’ignoranza delle prescrizioni di legge?

Non lo sappiamo, ma annoveriamo anche questo tra i disservizi di questo nuovo ospedale”.

Delibera consegnata solo al PD. W la democrazia!

10 marzo 2017

Il Presidente del Consiglio Ceccotti Domenico

In Commissione Urbanistica stiamo aspettando la delibera di accompagnamento della giunta alle osservazioni pervenute al Regolamento Urbanistico da circa due mesi. È un documento fondamentale, basilare, per poter avviare la discussione sull’atto più importante di questa Amministrazione e non solo. Mercoledì scorso, il presidente della commissione urbanistica, Luigi Turri, ha comunicato che la mattina precedente in Consiglio Comunale è stata consegnata una busta dalla Presidenza del Consiglio esclusivamente ai consiglieri del PD.

Qual era il contenuto di questo plico? Lo stesso Turri ci ha rivelato che c’era una bozza della sopracitata delibera e che è stata data solamente ai consiglieri del Partito Democratico. Questo fatto è uno sgarbo istituzionale gravissimo: usare dipendenti pubblici e consegnare atti ufficiali solamente per un partito è inaudito. Un’amministrazione ha tutto il diritto di confrontarsi con i propri gruppi consiliari ma lo deve fare all’interno delle proprie sedi di partito non nell’aula del Consiglio, non in veste ufficiale.

Le conclusioni che traiamo sono due: o si ha una bassa considerazione dei principi di trasparenza che ormai ci si permette di scavalcarli in maniera così esplicita e plateale; oppure all’amministrazione interessa solamente l’opinione del PD. Neanche all’ultimo degli amministratori di condominio si permetterebbero cose che questa Presidenza del Consiglio compie regolarmente. E il Sindaco Volpi? Era a conoscenza di questo passaggio o era ignaro? Non sappiamo quale delle due opzioni sia più grave.

Al via il sondaggio M5S sulla raccolta differenziata a Massa

9 marzo 2017

Partirà il prossimo 10 Marzo l’indagine sull’andamento della raccolta differenziata in città, ideata dal Movimento 5 stelle di Massa.” ad annunciarlo è Simone Albani, attivista del M5S e facente parte del gruppo di studio Rifiuti del Meetup Massa.

Tramite la somministrazione di questionari, consegnati a domicilio, il Movimento 5 Stelle chiederà agli abitanti delle zone interessate (aree cittadine sottoposte alla raccolta differenziata porta a porta da giugno 2016) di esprimere opinioni, giudizi e valutazioni su tale servizio.
“Lo scopo è quello di individuare, tramite l’ascolto diretto dell’esperienza dell’utenza, i punti di forza, ma anche quelli di debolezza della raccolta” continua Simone Albani “in modo da comprendere le criticità e suggerire eventuali correttivi per migliorare il servizio.”
I cittadini potranno compilare comodamente a casa propria il questionario. Avranno tempo fino al 31 Marzo per compilarlo e riconsegnarlo presso uno dei punti di raccolta dislocati per la città.

I punti di raccolta nello specifico sono: Alimentari la Bottega di Pucci, Bar Il Tribunale, Pizzeria pub Notorius, Macelleria Luca e Chiara, Bar Arpagaus, Montanelli caffè, Tabaccheria Manfredi Andrea, Tabaccheria Guglielmo Baldini, Bar Bollicine, Bar Girasole, caffetteria Andrea, Bonnie & Clyde, Bar Alberti Silvia, Butterfly Bar, Caffè Epoque, Bar pasticceria La Dolcezza, Pasticceria caffetteria Giannotti, Digital video service di Ricci Guglielmo, Pizzeria Nettuno.

Un Consiglio inefficiente, 93 atti in attesa di discussione

7 marzo 2017

Consiglio Comunale Massa

“Il Consiglio Comunale è semplicemente un’assemblea di maggiordomi che esiste solamente per ratificare le (poche) scelte dell’Amministrazione. È completamente esautorato dalle proprie funzioni visto che tra inadempienze e mancanza del numero legale sono ormai 93 gli atti in attesa di discussione che riempono le dieci pagine dell’ordine del giorno del Consiglio – spiega il Consigliere del M5S Riccardo Ricciardi che continua – abbiamo importanti mozioni ferme da anni che probabilmente non verranno mai discusse”.

“Possiamo ormai certificare, a un anno dal termine della consigliatura, che questo sia il marchio di fabbrica dell’Amministrazione Volpi e della presidenza Ceccotti: il luogo, dove la democrazia dovrebbe trovare la sua esaltazione, è diventato un semplice distributore di gettoni. Un’oretta di consiglio e tutti a casa per cena, questa è la normalità per il Comune di Massa” dichiara Ricciardi che prosegue: “Come M5S da circa un mese non partecipiamo alla Conferenza dei Capigruppo che ormai è diventata semplicemente la sede per calendarizzare i Consigli, ovviamente senza esagerare e prestando molta attenzione a non sovrapporsi con le partite di calcio. Sembra essere un diritto dei consiglieri dover essere liberi per la Champions League. Anche se ormai arrivare alle 20:30, seduti in Consiglio, è pura utopia.”

Ricciardi conclude: “Una cosa è certa: se il Movimento 5 Stelle vincesse le prossime comunali, il rispetto per le istituzioni e per i soldi dei cittadini sarebbero i punti cardine di tutta l’azione politica; a differenza di quello che fa il Partito Democratico o quel che ne resta”.

Iscriviti alla newsletter di Massa 5 Stelle, scrivi iscrizione newsletter a info@massa5stelle.it

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: