Skip to content

Volpi e PD i responsabili del rincaro dell’acqua

4 maggio 2016

Volpi-Nardi-BuglianiUn altro anno perso. E’ infatti passato un anno intero da quando il consiglio comunale ha approvato l’ordine del giorno del M5S di Massa per calmierare le tariffe dell’acqua.

Gli alti costi di gestione di Gaia erano già stati puntualmente segnalati: dall’incidenza del personale, alle incomprensibili e costose esternalizzazioni, dai contratti a progetto alle impressionanti, e milionarie, spese per stampa e recapito di bollette (a colori) o per il telefono. Addirittura, come M5S, ci siamo spinti a suggerire all’amministrazione quali strumenti utilizzare per diminuire il carico della bolletta, facendo ricorso a tutti i codicilli contenuti nelle norme regionali.

Cosa è successo nel frattempo? Che la bolletta di Massa è cresciuta più di tutte in Italia e che in ambito Gaia si paga la depurazione e la fognatura più cara a livello nazionale.
La risposta data dal Sindaco Volpi al “popolo dell’acqua”, ricevuto ieri in comune, è imbarazzante: “il nostro impegno deve essere quello di ridurre un eccessiva approssimazione in gaia e di conseguenza i costi della società”; il primo cittadino ha pure aggiunto che verrà, di nuovo, aperto un tavolo di confronto con la spa Gaia, l’amministrazione e i comitati. Dopo tre anni dall’insediamento siamo ancora a questi punti.

Al Sindaco diciamo però che oltre a recuperare tutto il tempo perso, che è costato centinaia se non migliaia di euro ai suoi cittadini, dovrà impegnarsi anche a livello regionale. Il deposito cauzionale che oggi ci dice deve essere rivisto è stato proposto ed approvato dall’autorità idrica toscana di cui lui fa parte. Quella stessa Autorità regionale che ha approvato le tariffe più alte d’Italia e per favore, per favore, non ci si venga a raccontare la favoletta che la colpa dei rincari è colpa di qualcun altro: sia in Gaia, che in Regione, la maggioranza dei comuni che ne fanno parte sono a guida PD, lo stesso PD che a livello nazionale ha distrutto a forza di emendamenti l’unica legge che avrebbe potuto riportare il controllo dell’acqua ai cittadini, davvero pubblica e davvero senza fini di lucro.
Se l’acqua costa così tanto è solo colpa vostra.

One Comment leave one →
  1. massimo permalink
    4 maggio 2016 08:02

    controllate pure la ex piscina comunale,nn si sa mai 😎

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: