Skip to content

OPA, nei reparti abbandonati riscaldamenti e luci accesi da mesi

9 febbraio 2016

OPA-massaRiscaldamento e luci accese nell’ex reparto materno infantile ormai da mesi vuoto ed inutilizzato.

Un ennesima realtà di sprechi quella che vede oggi protagonista un reparto dell’OPA, l’ex dipartimento materno infantile, che ha chiuso all’attività a Novembre, con il trasferimento del punto nascite al Nuovo Ospedale delle Apuane. Il reparto, totalmente dismesso e non coperto dal servizio di pulizie, non è accessibile al pubblico, ma la temperatura al suo interno ricorda lidi tropicali e le luci sono accese giorno e notte. La struttura presenta al momento solo due piani in parte attivi, il piano terra destinato agli ambulatori di ostetricia e ginecologia e la sala operatoria del secondo piano, destinata agli interventi di urgenza. Il primo piano e la pediatria del secondo piano sono chiusi, deserti, abbandonati. Ma inesorabilmente riscaldati, ed illuminati senza sosta, 24 ore su 24.

C’è chi non può permettersi di accendere il riscaldamento in casa, per i costi che comporta, ma ci sono interi piani di una struttura pubblica inutilizzata a oltre 20°C costanti. Una struttura che non sappiamo nemmeno a cosa sarà destinata e se esiste un progetto per sfruttarne i locali. Viene spontaneo chiedersi il perchè di tanto spreco, che comporta costi che finiscono sempre per gravare nelle tasche dei cittadini. Non era possibile isolare termicamente i piani attivi da quelli dismessi? Si, era ed è possibile.

Sono presenti nella struttura 8 macchine per il riscaldamento, che da novembre continuano ad essere tutte accese e tutte alla massima potenza, tanto da dover obbligare il personale ad aprire le finestre per poter avere all’interno delle stanze una temperatura sopportabile. E’ possibile spegnere 3 macchine delle 8 presenti e ridurre la potenza (installando un inverter ) su i motori di mandata della macchina principale. Per l’illuminazione è sufficiente (con un semplice dito sugli interruttori) spegnere le luci notturne e diurne alle degenze del primo e secondo piano (dismesse) e parzializzare l’energia elettrica al piano terra.
Non crediamo sia un intervento troppo faticoso.

Più faticoso dovrebbe essere spiegare ai cittadini, trovando un motivo valido (se c’è) il perchè questi accorgimenti da novembre ad oggi, non sono stati ancora presi.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: