Skip to content

M5S presenta le osservazioni al Regolamento Urbanistico

10 dicembre 2015

Schermata 2015-12-10 alle 08.39.07Il M5S prima forza politica a presentare le osservazioni al Regolamento Urbanistico, ieri mattina sono state protocollate le 35 osservazioni che il gruppo di lavoro appositamente costituito ha ritenuto essenziali per correggere alcune delle norme meno accettabili.

Da troppo tempo questo territorio sta aspettando un piano regolatore adeguato, pagando con il degrado urbanistico, la speculazione e l’abusivismo edilizio, la subordinarietà della tutela delle testimonianze storiche e ambientali che ne hanno bloccato lo sviluppo. Questa non può essere però la motivazione che induce all’accettazione del Regolamento Urbanistico recentemente adottato, in quanto non risulta essere un piano di riqualificazione dell’intero tessuto cittadino esistente. La città ha bisogno di un nuovo piano che, in osservanza della Legge Regionale e del Piano Paesaggistico, costituisca una svolta rispetto al passato puntando su una reale tutela dell’ambiente, sulla sicurezza del territorio per il benessere e la salute dei cittadini. Un piano capace di creare opportunità di sviluppo e lavoro e che non rubi suolo agricolo per far spazio a nuove espansioni edilizie.

Approfondendo lo studio del Regolamento Urbanistico infatti il M5S ha elaborato dati che dimostrano quanto la realizzazione degli ARU, dei quali chiediamo lo stralcio totale, si tradurrebbe in colate di cemento inutile a discapito di aree con funzione agricola, ortiva o verde pubblico e che la stessa perequazione urbanistica risulta “sperequata”, non costituendo parametro di equità di trattamento giuridico-economico tra i cittadini chiamati a realizzarli. Nel RU sono stati rilevati errori importanti e passaggi poco trasparenti e contraddittori con i principi di tutela ambientale dichiarati tra gli obiettivi stessi del piano.

La soluzione data alle Colonie è di basso profilo, senza un progetto né una visione di potenziali scenari futuri alternativi. Anche per la ZIA nel regolamento si rileva l’assenza di sforzo progettuale per renderla più vivibile o di apertura alle esigenze delle nuove forme di impresa, che prevedono modelli organizzativi della produzione e degli spazi diversi dal passato. La variante del vecchio ospedale ha solo lo scopo di assecondare la ricerca del massimo profitto da parte della ASL, senza valutare diverse opportunità di utilizzo di questo bene collettivo più utili per la città che una destinazione residenziale di pregio. Del “Progetto strategico dei luoghi e degli spazi della collettività” non abbiamo trovato riscontro nel progetto del RU.

Le osservazioni che presentiamo, a causa dei limitati tempi di consultazione, affrontano solo alcune delle tante problematiche che emergono dal RU: la prima parte tratta di problemi di carattere generale e la seconda parte è un contributo specifico per una modifica puntuale delle Norme Tecniche di Attuazione che si traduce in opportunità per le piccole imprese locali.

Il nostro lavoro va inteso come una critica all’operato dell’Amministrazione che ha dimostrato di non saper ascoltare i propri cittadini, ma al tempo stesso il M5S vuole apportare un contributo nell’interesse della città.

 

OSSERVAZIONI AL REGOLAMENTO URBANISTICO M5S

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: