Skip to content

Caos mercato, arrivano le pezze

19 ottobre 2015

mercatoPotevano essere evitati il caos e i malumori per lo spostamento del mercato semplimente ascoltando l’Interpellanza urgente presentata dalla Mencarelli nel consiglio del 29 settembre, invece di far mancare il numero legale ed evitare di dare risposte.

L’Interpellanza riportava provvedimenti logici proposti dagli operatori del settore e dai cittadini intervenuti all’incontro del M5S, che aveva rilevato una forte contrapposizione alla nuova collocazione anche attraverso un sondaggio in loco, da cui risultava che 3 ambulanti su 4 erano contrari. Il 13 Ottobre invece si è provveduto ugualmente allo spostamento del mercato decretando l’invivibilità preannuiata dell’intero comprensorio.

Il M5S si è affacciato per ultimo alla discussione, perché attendeva risultati concreti ed incisivi operati da coloro che se ne stavano interessando all’interno della maggioranza, e non, vicini quindi alla giunta coinvolta. La discussione però non è mai uscita dalle pagine di giornale per arrivare a livello istituzionale, infatti l’unica Interpellanza presentata è stata quella del M5S in evidente contrasto con le motivazioni del caparbio spostamento, rispondere a promesse fatte dal sindaco in campagna elettorale. La decisione più democratica ed economica sarebbe stata infatti quella proposta di aspettare il 2017, solo poco più di un anno, per prendere decisioni definitive in linea con la Bolkestein e dell’obbligatorio Piano del Commercio, perché ricordiamo a tutti che quella adottata è una sistemazione TEMPORANEA, ma che ci è venuta inutilmente a costare fino adesso 15.000,00€ (Det. n.3355 del 24/09), senza tener conto del dispendio di Forze dell’Ordine, già fortemente sotto organico, per gestire un traffico ingestibile.

Attendiamo il prossimo Martedì per capire quale sarà la situazione alla luce delle soluzioni adottate, ed ancor più improvvisate, dall’amministrazione, perchè come di fronte ad ogni decisione presa senza capacità di previsione, prima si decide senza dare ascolto e poi si “prova a metterci una pezza”. In meglio o in peggio?

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: