Skip to content

La seconda tappa di “Itinera” ha toccato piazza Stazione

7 luglio 2015

11705274_10206097513575741_2727923510916877069_nIeri sera, 6 luglio, nei giardini antistanti la Stazione il M5S di Massa ha incontrato i cittadini, e le tematiche trattate hanno messo in risalto il degrado in cui il quartiere si trova.
Di concerto con alcuni rappresentanti sindacali delle forze dell’ordine, che hanno fatto il punto sulla situazione della sicurezza in zona, sono state segnalate diverse criticità: una scarsa attenzione e controllo del quartiere, l’aumento delle attività illecite e della microcriminalità, come ad esempio i furti negli appartamenti o nei negozi, l’insufficiente pulizia, la scarsa illuminazione, gruppi di extracomunitari che bivaccano nei giardinetti, facendo lì anche i loro bisogni fisiologici, in assenza di bagni pubblici e con i bagni all’interno della stazione ferroviaria chiusi dopo una certa ora, hanno rilevato inoltre che le attività economiche esercitate da cittadini extracomunitari o neocomunitari, di recente apertura, stanno comportando un intenso movimento di clienti che sostano o parcheggiano in modo irregolare, privando di conseguenza i residenti della possibilità di accesso e di parcheggio, è presente poi un centro massaggi aperto fino a tarda notte con un andirivieni di clienti a tutte le ore.

Per risolvere il degrado vanno attuate politiche di controllo del quartiere, sia con le forze dell’ordine, per verificare la legalità di certe situazioni e trasmettere agli abitanti quel senso di sicurezza necessario per potersi godere pienamente del proprio quartiere, ma anche con la valutazione, da parte degli uffici competenti, della liceità di certe attività, considerando il rischio che un approccio distratto, superficiale e lassista comporterebbe, facendo sentire ai cittadini l’assenza delle istituzione nel quartiere ed inasprendo i rapporti tra i cittadini massesi e i cittadini extracomunitari. E se vogliamo che i giardini della nostra Stazione non siano usati per altro rispetto ad una passeggiata nel verde, basterebbe aprire i bagni pubblici e farli mantenere puliti come è giusto che sia e controllare le necessità di chi, in una situazione di evidente grave difficoltà, dorme su cartoni dietro le siepi o davanti e dentro alla Stazione.
Lo chiedono i cittadini, ma anche il buon senso.

Dobbiamo inoltre rimarcare la cronica mancanza di risorse messe a disposizione delle forze dell’ordine che si trovano a fronteggiare le problematiche segnalate con gravi carenze di organico e di mezzi, come recentemente segnalato dalla consigliera Luana Mencarelli in Consiglio Comunale. Un’ultima annotazione, ieri sera la presenza della nostra assemblea, protratta fino ben oltre la mezzanotte è stata un deterrente per tutte quelle attività illecite che ci hanno riferito essere una presenza fissa notturna. Un quartiere abbandonato è preda di chi trova nell’abbandono un valido complice, un quartiere vivo, con iniziative, incontri, eventi, o anche piccole semplici cose, come un’assemblea pubblica, è un quartiere che ritrova la sua libertà e riprende a vivere.

 

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: