Skip to content

Paci, che peccato

7 giugno 2015

28014929-grunge-timbro-di-gomma-con-il-testo-improduttivo-illustrazione-vettorialeComunicato stampa

“Apprendiamo dalle pagine dei giornali locali il malcontento del consigliere Matteo Paci sul risultato delle elezioni regionali e la sua personale lettura delle motivazioni di quella che legge come una “sconfitta”, contrariamente a molta stampa e rappresentanti M5S a tutti i livelli istituzionali.
Per quanto concerne l’analisi del risultato elettorale è certo il dispiacere per non aver conquistato la presidenza della Regione – soprattutto perché unica forza politica ad essersi presentata agli elettori con un programma pubblico e integrato – ma allo stesso modo ci riteniamo soddisfatti nel vedere il nostro consenso locale passare a Massa da un 9,30% del 2013 ad un 18,37% attuale e a Montignoso dal 5,45% del 2011 al 15,93% 2015, aspetto riconosciuto da tutti gli analisti del settore.
Per quanto riguarda Paci, ci spiace non aver potuto fruire delle sue valutazioni critiche su strategie comunicative e selezione delle candidature quando queste avrebbero avuto una componente costruttiva, ovvero all’interno delle numerose riunioni svolte a riguardo, alle quali non ha mai partecipato.
Certo desta stupore e qualche mal di pancia vederle arrivare all’indomani di una campagna elettorale cui non ha mai collaborato, né offrendosi come autenticatore per la raccolta delle firme necessarie – i “banchini” a lui tanto indigesti servono anche a questo – né sottoscrivendo la lista da presentare, né tantomeno adoperando parte del suo tempo libero per contribuire al programma – elaborato con metodo condiviso entro la cornice di un tavolo regionale aperto – e alla sua divulgazione comunicativa.
Potrebbe dire qualcuno che sia eccessivamente impegnato nell’attività di consigliere comunale, ma qui ci soccorrerebbe la statistica: Matteo Paci è infatti tra i consiglieri comunali meno produttivi, poco presente nelle commissioni e con scarsa attività di ascolto delle istanze provenienti dal territorio.
Un vero peccato se si considera che il Movimento 5 Stelle fa del lavoro degli eletti e della loro abnegazione all’ascolto dei cittadini il pilastro della propria attività di rappresentanza politica.
Siamo consapevoli che essere parte del Movimento non è cosa facile, molti hanno dimostrato di non farcela, perché anche se le regole sono poche, sono imprescindibili: partecipazione, condivisione, trasparenza e soprattutto coerenza con questi principi sottoscritti con l’accettazione della candidatura.
Certo si deve essere disposti ad investire del proprio tempo ed energie, per rispettare tutto ciò.
Soprattutto si deve essere disposti a mettere da parte ambizioni personalistiche, bramosie individuali e incapacità di stare insieme ad altri sullo stesso piano.
A tal proposito è interessante rilevare una nota sul richiamo di Paci al regolamento interno del gruppo, teso a regolare con un minimo di ordine l’attività di democrazia partecipativa. La critica proviene infatti proprio da chi non ha mai partecipato né alla sua stesura, né alle numerose iniziative di attuazione di tale metodo di democrazia diretta, quali i tavoli di lavoro tematici scelti in base a questionari somministrati ai cittadini proprio grazie a quei “banchini” bistrattati da Paci.
Dalle varie e ripetute dichiarazioni di Paci prendiamo atto del profondo scollamento con la linea del M5S e ne attendiamo le naturali conseguenze. Serve coraggio per uscire da un Movimento che si è capito di non condividere.

MoVimento 5 Stelle Massa e Montignoso

One Comment leave one →
  1. Luca bianchi permalink
    7 giugno 2015 22:42

    In un gruppo di lavoro il confronto e la partecipazione dovrebbero essere la base per poter fare bene il proprio compito. A volte pero’ é difficile entrare in gruppi formatisi da tempo e altrettanto difficile prendere atto che si è presa una decisione affrettata. Però basta con coscienza capire che è meglio proseguire su un’altra strada piu’ vicina al proprio modo di pensare senza pensare a chi ha torto o ragione.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: