Skip to content

E’ colpa di GAIA

25 maggio 2015

Se un bambino vi chiede: “Che cos’è la politica?”, rispondetegli: “La bolletta dell’acqua!” Quando si parla di caro bollette e di gestione del servizio idrico non facciamoci ingannare:

“E’ colpa di GAIA!” di cui però i Soci sono i Sindaci delle province di Massa-Carrara e Lucca, quasi tutti del PD, che decidono e controllano la programmazione dei lavori e la gestione della società idrica.
“E’ colpa dell’AIT”, questo organo regionale però è composto da cinquanta sindaci, con un direttore generale da 150 mila euro l’anno pure lui nominato dalla politica. Quell’inutile AIT che ci costa più di 4 milioni l’anno interamente a carico dei cittadini.
“E’ colpa dell’AEEG-SI” l’organo autorizzato da Monti a deliberare il metodo di calcolo delle tariffe e che ci costa quasi 100 milioni l’anno, a carico dei cittadini.

L’acqua è una questione esclusivamente politica; lo dicono in coro il M5S di Massa, Massarosa, Carrara, Montignoso, Pietrasanta e Viareggio – sei comuni che rappresentano il 77% dei Soci di GAIA – in conferenza stampa, congiunta, per rilanciare le proposte contenute nel programma regionale: Abolire l’AIT, abolire le Conferenze territoriali, riportare il controllo del servizio idrico in capo ai cittadini, superare le S.p.A. con le aziende speciali consortili e tanto altro ancora: www.movimento5stelletoscana.it

Alcune proposte del programma regionale per calmierare le tariffe, il M5S di Massa e Massarosa le hanno già fatte: https://massa5stelle.wordpress.com/…/riduzione-bollette-ac…/
proposte che sono state approvate dai rispettivi consigli comunali e che i Sindaci avrebbero l’obbligo di adoperarsi affinché prendano corpo.

A Massa abbiamo chiesto di sapere come si stavano difendendo gli interessi dei cittadini, con un altro ODG che chiedeva maggiore “Trasparenza”:
https://massa5stelle.wordpress.com/…/le-richieste-della-me…/ma la maggioranza del PD NON ha approvato.

Non abbiamo mollato, e siamo subito tornati all’attacco, con nuove proposte, nuove richieste di trasparenza e partecipazione, e di tutela della salute pubblica, soprattutto nelle scuole. Siamo cittadini, prima di essere una forza politica, e a tutti i cittadini chiediamo di starci vicini in questa battaglia che non riguarda solo l’acqua ma il senso stesso di stato, di comunità e di democrazia.

2 commenti leave one →
  1. 9 luglio 2015 10:40

    Anche questo mese fra la bolletta di casa e quella dell’ambulatorio devo a GAIA oltre 400 euro , durante l’anno 2014 ho pagato + di acqua che di elettricità

    Mi piace

  2. Lele permalink
    23 settembre 2015 20:31

    tre bollette_
    Ottobre 2014 -gennaio 2015 59mc totale 171 euro
    gennaio 2015 -aprile 2015 57mc totale 187 euro
    Conguaglio Ottobre 2014 luglio 2015 51mc totale 386 euro
    Telefonata a casa per intervista sul servizio GAIA……………………….
    Non aggiungo altro, trenne che qualcuno DEVE fare qualcosa e presto!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: