Skip to content

Le richieste della Mencarelli (M5S) creano il panico nella maggioranza

22 aprile 2015

Luana Mencarelli

Luana Mencarelli

E’ bastato che la consigliera Luana Mencarelli del M5S presentasse un Ordine del Giorno per impegnare il Sindaco e la Giunta alla coerenza sulle promesse fatte, per creare il panico nella maggioranza. Vi ricordate quando quest’amministrazione dichiarava “Serve poi un metodo di fondo, necessario per una reale valutazione dell’azione amministrativa, ….spostare la centratura dell’azione pubblica dall’esito al processo, passando dalla “trasparenza” alla “comprensione di quello che accade”..”. Promettevano addirittura molto di più della trasparenza, peccato che ogni giorno che passa dimostrino che era solo uno sbiadito slogan elettorale.
Nello specifico il M5S chiedeva che il Sindaco Volpi mettesse regolarmente al corrente consiglieri e cittadini delle riunioni degli organismi di cui fa parte, come Gaia ad esempio, che decidono delle nostre bollette dell’acqua, in via preventiva della posizione dell’amministrazione rispetto agli argomenti trattati e successivamente delle decisioni conclusive. Una più che lecita richiesta da parte nostra, portavoce dei cittadini, che ha scatenato una bagarre pesantissima provocata soprattutto dall’intervento del Vicesindaco Berti, a cui si è unito anche l’assessore Rutili, con cui ha ribadito che le comunicazioni sono “su base volontaria”, per cui il Sindaco informa solo se e su cosa vuole lui.
E’ un’affermazione aberrante, ma evidentemente condivisa da questo schieramento di maggioranza che ha votato contro questo documento, con la giustificazione di non voler creare ingolfamenti dei Consigli con gli inevitabili interventi di molti dei consiglieri che “sanno fare solo strumentalizzazione”. Un plauso alla consigliera Lazzarini che ha avuto la decenza di votare a favore, mentre non riscontriamo nessun coraggio nel non votare o abbandonare il Consiglio prima della votazione, perché non ha pesato in alcun modo per il successo di questa richiesta: Sottolineiamo invece la scelleratezza del cambio di voto di una consigliera di maggioranza, per permettere all’ultimo secondo di arrivare al risultato di 12 favorevoli e 12 contrari, quindi respinto per voto INFRUTTUOSO.
“A mio avviso” dichiara la Mencarelli  “significa solo che quest’amministrazione ha paura del confronto sui contenuti”, tanto che preferisce calpestare i diritti dei cittadini e i propri doveri anziché affrontare una democratica discussione e chi vuol fare una sana opposizione e fornire strumenti ai cittadini per comprendere veramente ciò che accade sulla loro testa, è sotto scacco.
Venite ad assistere ai Consigli comunali e potrete giudicare voi stessi.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: