Skip to content

M5S, chiediamo il registro tumori anche a Massa

28 marzo 2015

Schermata 2015-03-30 alle 18.22.09Considerando i preoccupanti dati dell’Airtum (Associazione Italiana Registri Tumori) che certificano in netto aumento il numero dei malati di cancro in Italia, e tenendo presente che il nostro territorio è particolarmente sottoposto all’inquinamento ambientale ed elettromagnetico, Luana Mencarelli ha presentato un ordine del giorno, che verrà discusso dal consiglio comunale, con il quale chiede che il nostro Comune istituisca un Registro dei tumori accreditato dall’Airtum. “Chi amministra un Comune” dichiara il consigliere Mencarelli, “deve avere a disposizione gli strumenti adeguati allo scopo di orientare le scelte amministrative che tutelino e migliorino la salute del cittadino. Per tutelare la salute pubblica è necessario attivare un sistema di monitoraggio dell’andamento della patologia neoplastica, mediante l’istituzione di un Registro dei tumori a livello comunale o di zona, attraverso il quale sia possibile analizzare i fattori di rischio eventualmente presenti nell’ambiente o rilasciati da una o più fonti d’inquinamento, che potrebbero in questo modo essere identificate”.

La nostra zona, come dimostrato dallo studio Sentieri, ha purtroppo un’incidenza di malattie tumorali superiori alla media nazionale, probabilmente derivanti da cause incidenti come il polo chimico e dall’uso selvaggio del territorio.

Un uso selvaggio, incosciente e scellerato come dimostra la recente mappatura delle 60 discariche abusive nelle quali non è possibile sapere che tipo di inquinanti sono stati conferiti.

Secondo il consigliere del M5S l’istituzione di un Registro tumori e l’analisi dei dati storici in esso riportati permetterebbe al Comune, qualora i numeri lo rendessero consigliabile, di attuare controlli ed eventuali interventi per rimuovere le cause incidenti: “Attivare – conclude la Mencarelli – una sorveglianza sui rischi epidemiologici dello stato di salute dei cittadini può aiutare l’amministrazione a intervenire in caso di necessità. Le potenziali fonti di inquinamento presenti sul nostro territorio non mancano. La verifica della loro incidenza su eventuali patologie registrate e la valutazione di eventuali variazioni statistiche nel corso degli anni credo sia un preciso dovere di un’amministrazione”.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: