Skip to content

EVAM: l’acqua dei cittadini non si svende!

18 dicembre 2014

Respinto l’OdG su EVAM presentato da M5S nel tentativo di costringere la Giunta a “togliere EVAM spa dall’elenco delle dismissioni“, considerando il Bene Acqua “necessario per il perseguimento delle finalità istituzionali” e invitando la Giunta stessa a “cercare eventualmente forme di reperimento capitali attraverso un azionariato diffuso solo tra i cittadini massesi“.

L’Acqua è un elemento primario e inequivocabilmente indispensabile alla vita e 26 milioni di italiani, nel 2011, la riconobbero Bene Comune tramite un referendum in cui fu sancita la volontà del popolo italiano di mantenerne proprietà e gestione PUBBLICA, anche se i governi e varie amministrazioni fingono ancora di non dover recepire quel risultato referendario.
Per il M5S l’Acqua non è alienabile, è lo stesso prezioso Bene sia che scorra dentro le tubature dell’acquedotto sia che venga venduta in bottiglie e considera solo un artificio linguistico le parole “non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali” per giustificare la cessione di aziende che abbiano comunque questo bene come oggetto principale di lavorazione e produzione.

Per legge il Sindaco è responsabile della salvaguardia della salute ed incolumità dei cittadini che amministra, coerentemente deve tutelare la loro esistenza e non dovrebbe porre in essere azioni o iniziative che non garantiscano l’osservanza di tale prescrizione. Purtroppo però è stata presentata una Proposta di Delibera per l’acquisto della parte di quote Evam spa attualmente di proprietà della Provincia, motivandolo con la necessità di rendere “più appetibile la partecipazione detenuta dall’Ente” finalizzandola alla vendita della società stessa. Tutto ciò in linea con quanto determinato dalla delibera del Consiglio Comunale del 24/02/2011 che inseriva EVAM spa tra le “partecipate da dismettere”.

L’atto è l’ennesimo sovvertimento della volontà popolare espressa col referendum del 2011, oltre che l’ulteriore esempio di cecità dei nostri amministratori riguardo alla privatizzazione del bene indispensabile acqua. Esperienze nazionali ed internazionali hanno infatti dimostrato che multinazionali, società o soci privati, non svolgono certamente la loro attività nell’interesse dei cittadini, come dovrebbe farlo un ente pubblico, ma perseguono il proprio profitto economico a discapito anche di qualsiasi rispetto ambientale. Ad esempio le società di imbottigliamento, vedi caso “Rocchetta“, hanno determinato il prosciugamento delle sorgenti dei fiumi di cui captavano l’acqua e che a causa di questi fatti intere frazioni di alcuni Comuni sono state staccate dall’acquedotto

Per questo abbiamo chiesto che il Consiglio Comunale impegnasse la Giunta a togliere Evam spa dall’elenco delle possibili dismissioni, in quanto, per le motivazioni sopracitate, non assoggettabile a nostro avviso alle disposizioni della L. 244/2007.  In aggiunta abbiamo segnalato lo strumento dell’azionariato diffuso tra i massesi quale unica forma legittima di raccolta di capitale privato.

4 commenti leave one →
  1. patrizia permalink
    18 dicembre 2014 16:05

    è una vergogna ! stanno svendendo le nostre montagne , la nostra acqua e la nostra stessa vita a multinazionali che presto controlleranno anche l’aria che respiriamo !!

    Liked by 1 persona

  2. Cristina Piccinini permalink
    18 dicembre 2014 16:09

    Da Fonteviva a Fontemorta il passo è breve se permettiamo a questa giunta di disporre a suo piacimento di un BENE COMUNE !

    Liked by 1 persona

  3. Elisa Giovannelli permalink
    18 dicembre 2014 16:57

    ma come è possibile che pezzo pezzo ci vogliono svendere come merce,cosa rimane di Massa???E BASTA toccare l’acqua come profitto,l’acqua è un bene DI TUTTI da tutelare,non mercificare,abbiamo la grande fortuna di averla!!!!!!! Stiamo parlando di ACQUA porca paletta!!!!!!

    Mi piace

  4. Luca Bianchi permalink
    18 dicembre 2014 17:30

    aspetto al varco i tanti cittadini che dopo aver votato il referendum hanno poi votato volpi,perché è “il professore”. Li aspetto quando la nostra acqua sarà stata venduta a chi lascerà poi solo macerie…

    Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: