Skip to content

M5S Massa. Tre proposte contro l’AIDS al Consiglio Comunale

10 dicembre 2014

stop aids

Il primo Dicembre, in occasione della giornata mondiale per la lotta contro l’AIDS, il Movimento 5 Stelle Massa ha presentato un ordine del giorno da discutere in Consiglio Comunale per porre la giusta attenzione su di una malattia che sembra talvolta dimenticata”.

Un’occasione per diffondere informazioni e accrescere la coscienza su tale epidemia ma anche per proporre iniziative atte al miglioramento delle forme di prevenzione sul territorio locale.

L’AIDS è una malattia per nulla passata: tutti i dati ci dicono che purtroppo è in continua crescita e che ogni anno risulta essere in aumento il numero dei sieropositivi.

L’Istituto Superiore di Sanità attesta che in Italia vivono circa 120.000 persone sieropositive e che ogni anno contraggono questo virus circa 4.000, 11 al giorno. Quasi la metà delle persone che ricevono la diagnosi di AIDS non ha mai saputo di essere sieropositiva, dato questo da non sottovalutare e collegato alla problematica inerente la poca accessibilità al test.

Per quanto riguarda la Toscana, i dati sono altrettanto poco confortevoli: nel 20013 si è registrato un innalzamento delle nuove diagnosi con un’ incidenza di 7,4 per 100.000 abitanti che la portano al terzo posto tra le regioni italiane.

Sulla base dei dati emersi sembra chiaro che ci troviamo di fronte ad un’emergenza per nulla rientrata contro la quale c’è bisogno di tenere alta l’attenzione.

É opportuno amplificare le forme di informazione e conoscenza; incentivare progetti di protezione sia per diffondere buone pratiche che contrastino la diffusione del virus, sia per osteggiare i rapporti occasionali o non protetti.

Vanno in questa direzione le tre proposte che il Movimento 5 Stelle Massa ha presentato al fine di provare a fronteggiare tale problematica; nel dettaglio:

-utilizzare le farmacie comunali (il Comune di Massa possiede 4 farmacie) per distribuire profilattici a prezzi calmierati e/o gratuiti per i giovani;

-ordinare l’inserimento di distributori di profilattici all’interno degli edifici scolastici di scuola media superiore;

-promuovere delle regolari campagne informative nelle scuole con l’obbiettivo di creare una reale consapevolezza della malattia e conoscenza della sua trasmissibilità.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: