Skip to content

Impegno per Villa Massoni #M5S

3 ottobre 2013

Villa Massoni

Villa Massoni

Villa Massoni è privata, ma è nel cuore dei massesi che hanno raccolto ben 18.357 firme per inserirla all’interno della campagna del FAI “I luoghi del cuore”. Noi pensiamo che anche l’amministrazione debba fare tutto il possibile per salvare questo importante bene architettonico della nostra città. Abbiamo pertanto protocollato il 12 Agosto una mozione in tal senso per impegnare la giunta, siamo ancora in attesa di discussione.

.

MOZIONE SULLO STATO DI CONSERVAZIONE DI VILLA MASSONI E SULLA NECESSITA’ DI SOTTOPORLA URGENTEMENTE AD AZIONI DI RESTAURO E TUTELA

Premesso che:

  • il compendio immobiliare, già detto Villa di Volpigliano o della Rocca, oggi unanimemente conosciuto come Villa Massoni, sito in Comune di Massa, attestato nelle vedute cinquecentesche della città, Villa dei Duchi di Massa, sede di collezioni d’arte che oggi adornano in parte i giardini del Quirinale e oggi di proprietà privata che col Decreto del 27/09/1975 risulta inserito nell’elenco dei beni culturali della Provincia di Massa Carrara e vincolati ai sensi dell’attuale D.Lgs. 22/01/2004 numero 42, cd. “Codice Urbani”;

  • la vigilanza sui beni culturali spetta in via esclusiva al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ai sensi dell’art.18 di detta normativa;

  • l’ispezione su tali beni vincolati è affidata ai Soprintendenze ai Beni Ambientali Architettonici Artistici e Storici competenti per territorio e che nel nostro caso è quella di Lucca e Massa-Carrara;

  • i Soprintendenti, in ogni momento e con il preavviso di cinque giorni, possono controllare lo stato di conservazione e di custodia dei beni culturali , ai sensi dell’art. 19 del predetto D.Lgs;

  • sono espressamente previste nel “Codice dei beni culturali e del paesaggio”a tutela degli stessi le seguenti disposizioni:

    Art. 28: Misure cautelari e preventive

Art. 30: obblighi conservativi.

Art.32: interventi conservativi imposti.

Art.33: procedura di esecuzione degli interventi conservativi imposti.

Art.34: oneri per gli interventi conservativi imposti.

.

Considerato che:

– alla fine degli iter sopradetti, vi è l’eventuale possibilità per il Comune di Massa

di acquisire al patrimonio la villa a costi più che favorevole qualora fosse messa

all’incanto;

– in forza dell’Art.1 comma 5 del vigente “Codice Urbani” <<I privati proprietari, possessori o detentori di beni appartenenti al patrimonio culturale sono tenuti a garantirne la conservazione>>;

– è palese la condizione di assoluto degrado in cui versa il bene culturale “Villa Massoni”, tale da essere ormai ricoperta da folta vegetazione ed avere ampie parti della copertura ormai rovinate;

– furti avvenuti nel passato e riportati dalle cronache l’hanno privata di parte del residuo

patrimonio scultoreo e lo stato attuale di tutela fa temere per il rimanente;

– il bene suddetto, dichiarato di interesse culturale fin dal citato Decreto del 1975, nella

sua unicità, testimoniata anche da pubblicazioni internazionali, costituisce

un’insostituibile testimonianza da preservare per la memoria della comunità locale e

da valorizzare per il patrimonio culturale della Città di Massa, nonché dell’intera

provincia;

– la preservazione della Villa e del suo parco, insieme alla vicinanza della collina del

Castello Malaspina, potrebbero facilmente essere uno dei volani di rilancio turistico

del nostro Comune e delle aree limitrofe con le evidenti ricadute occupazionali.

.

Preso atto:

che le passate amministrazioni si erano già attivata per acquisire detto complesso immobiliare, impegnando risorse, trovando però non consenziente la proprietà alla cessione;

– che le passate amministrazioni avevano inserito nelle proprie linee programmatiche la volontà, già espressa dal consiglio comunale, di destinare la villa all’uso pubblico, evitandone al contempo l’ulteriore degrado;

– che il Consiglio Comunale di Massa, con delibere n° 71 del 27/11/2007 e 69 del 16/07/2009, già si era espresso a favore di azioni a tutela della Villa;

– che nel 2009 si è costituito un comitato di cittadini pro Villa Massoni che ha raccolto quasi 3000 firme per richiamare l’attenzione sullo stato di conservazione della predetta Villa;

– che nel 2012, nell’ambito della manifestazione nazionale promossa dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) denominata “I luoghi del cuore”, privati ed associazioni si sono attivati per raccogliere 18.357 firme a favore della predetta Villa facendole raggiungere la undicesima posizione assoluta in classifica nazionale, la seconda posizione assoluta in ambito della regione Toscana e la prima nella classifica delle ville, dimostrando così una volta di più, se ancora ve ne fosse stato bisogno, l’attaccamento della popolazione massese a Villa Massoni;

– che il presidente FAI, ai Sindaci nei cui comuni vi sono siti che hanno ricevuto più di 1.000 segnalazioni, ha inviato appello a non lasciar cadere nel vuoto il richiamo giunto da tanto slancio popolare;

– che il primo atto di questa amministrazione è stata la nomina dell’Assessore alla Cultura;

.

IMPEGNA

IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE DI MASSA

– a chiedere alla Soprintendenza ai Beni Ambientali Architettonici Artistici e Storici di Lucca e Massa Carrara l’adozione urgente delle prerogative di legge e degli interventi di competenza, al fine di rendere effettiva la tutela e la conservazione del bene culturale costituito dal compendio immobiliare di “Villa Massoni”, già detta “della Rocca”, sito in Comune di Massa, con emissione di ordinanza contenente un termine perentorio nei confronti della proprietà per effettuare lavori di restauro conservativo sull’immobile, valendosi, eventualmente, anche del potere sostitutivo in caso di inottemperanza all’ordinanza stessa;

– ad inviare il presente ordine del giorno al Ministero competente;

– ad informare gli Organi competenti qualora il soprintendente si dimostri inoperoso trascorsi 60 giorni dal ricevimento degli atti promossi dal Consiglio Comunale.

.

Il Consigliere Riccardo Ricciardi

Movimento 5 Stelle Massa

Advertisements
One Comment leave one →
  1. 4 ottobre 2013 12:58

    SPERIAMO CHE …….FINALMENTE QUALCUNO SI RENDA CONTO DELL’IMPORTANZA DI QUESTA STRUTTURA ……….CREDO VIVAMENTE CHE UN BENE COSI’ POSSA PORTARE UN AIUTO ECONOMICO ALLA CITTA’ SE SFRUTTATO INTELLIGENTEMENTE!!!!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: