Skip to content

100 giorni a 5 Stelle #M5S

28 settembre 2013

Buongiorno-Massa-5-Stelle.

La storia non si fa né con i se né con i ma. Alessandro Volpi governa legittimamente eletto da molti cittadini massesi. Oggi però ci vogliamo divertire ad illustrare come sarebbero stati i nostri primi 100 giorni di governo se avessimo vinto le elezioni. Lo facciamo con cognizione di causa, dopo aver capito come funzionano la macchina comunale e i suoi meccanismi.

.

Innanzitutto ci rendiamo conto, più di prima, dei numerosi disastri combinati dalle amministrazioni precedenti. Quello su cui continuiamo ad interrogarci è come l’attuale Sindaco abbia potuto avallare determinate scelte e ignorare molti scempi. Ora siamo consci di come sia il lavoro nelle stanze comunali e non possiamo non sottolineare come fosse impossibile per l’ex-assessore al Bilancio non sapere o comunque quanto sia censurabile la scelta di tacere, non denunciare e continuare a far parte di una simile giunta per tutto il tempo del suo mandato (esclusi gli ultimi due mesi).

.

Tornando al presente, vogliamo partire dai fiori all’occhiello dell’attuale amministrazione: la sobrietà, la laboriosità e i tagli agli sprechi. Tutte cose che avremmo fatto anche noi, senza però sventolarle come conquiste epocali ma sottolineandone la normalità. Dunque via alle auto blu, via dal Palazzo Enel, lavoro di giunta fino alle 21 (si vantano anche di questo), uso dei propri cellulari e non di quelli comunali, avvio della procedura per la costruzione del condominio in via Pisacane, introduzione del minimo vitale garantito per la fornitura di acqua nell’assemblea dei soci di GAIA, amministratore unico per ASMIU.

Passiamo a quello che, in più o diversamente, avremmo fatto noi.

  • Commissioni Comunali istituite immediatamente, rispettando lo Statuto Comunale e garantendo la proporzione con le opposizioni.
  • Riparametrazione dell’Isee per renderlo più efficace e veritiero.
  • Riscrittura delle regole per le nomine negli enti partecipati, escludendo chi ha avuto cariche partitiche di qualsiasi tipo e livello negli ultimi tre anni. (il provvedimento votato in Consiglio non cambia praticamente nulla)
  • Avviamento dell’iter per la ripubblicizzazione di Gaia.
  • Trasformazione e potenziamento di Master.
  • Fare chiarezza sulla vicenda del teatro Guglielmi, avviando procedure per identificare i responsabili degli sprechi nei lavori fin qui eseguiti e per chi ha messo a repentaglio la sicurezza delle persone.
  • Vera programmazione partecipata con residenti e commercianti di una Ztl (per il Centro e per la Marina), partendo dal potenziamento del servizio pubblico, ascoltando gli utenti e i lavoratori dell’ATN.
  • Blocco immediato della procedura di avvio di costruzione del Distretto ASL, senza se e senza ma.
  • Avvio della regolamentazione degli agri marmiferi con inizio della procedura di chiusura della cave in cresta, in alta quota e ricadenti in aree protette; avendo sempre come principio ispiratore quello della tutela vera delle nostra montagne.
  • Regolamentazione degli insediamenti in zona industriale tenendo presente la strategia industriale che vorremmo nella nostra zona, in sinergia col Comune di Carrara.
  • Blocco delle speculazioni edilizie di Riva dei Ronchi (35.000 mq di cemento)
  • Istituzione di un percorso partecipativo per definire la destinazione d’uso delle colonie.
  • Avvio di una strategia innovativa in tema di politica dei rifiuti che miri alla riconversione industriale di CERMEC; estensione a 20.000 abitanti della raccolta di rifiuti porta a porta, già cofinanziato dalla regione, utilizzando i proventi dell’imposta di soggiorno.
  • Tavoli di partecipazione ed incontri con i quartieri, non solo nel centro storico.
  • Diretta streaming dei Consigli Comunali e delle Commissioni Consiliari.
  • Verifiche ed indagini interne sui numerosi debiti fuori bilancio che i cittadini hanno dovuto pagare in questi mesi.

Queste sono le prime cose che ci vengono in mente; probabilmente ce ne sarebbero state molte altre. Come vedete non sono atti demagogici, mirabolanti o da libro dei sogni ma provvedimenti concreti e realizzabili in 100 giorni: basi precise sulle quali ricostruire una città dopo anni di malgoverno. Ribadiamo che non servirebbe la bacchetta magica per realizzarli, basterebbero tre cose: capacità, coraggio e volontà.

Gruppo Consiliare M5S Massa

info@massa5stelle.it

Se volete seguire e partecipare alle attività del M5S di Massa iscrivetevi a Meetup

Presso la nostra sede in Galleria Sanzio, riunioni pubbliche tutti i martedì ore 21-23 e i venerdì ore 18-20.

One Comment leave one →
  1. patrizia permalink
    28 settembre 2013 12:46

    aggiungerei : serietà !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: