Skip to content

Non c’è due senza TRE #M5S

18 luglio 2013

leonardo-da-vinci-studio-di-volto-maschile-per-il-dipinto-la-battaglia-di-anghiari

Written by Luana Mencarelli

Portavoce consigliere M5S

Sono sicura che qualche notizia vi sarà già arrivata dai quotidiani, ma ieri alle 18 si è tenuto un Consiglio Comunale Straordinario, convocato in tutta fretta, tanto che la comunicazione ci è arrivata tramite telegramma! Il motivo dell’urgenza di questa adunanza non era però la discussione di uno dei tanti problemi impellenti della città, ma riuscire a fare questo Consiglio il 17 Luglio ed essendosene ravveduti il sabato pomeriggio precedente, chissà se per distrazione, capite che i tempi erano molto stretti. 25 anni fa, nello stesso giorno infatti scoppiava il famigerato silos della Farmoplant che provocò la ben nota “nube tossica” che mise in fuga moltissimi massesi che dall’allerta ebbero 5 o 7 minuti per evacuare la città, a seconda che abitassero in centro o in montagna. I tempi concessi per fuggire, già da soli testimoniano cosa politicamente si era concesso di produrre nella nostra fertile terra.

.

25 anni di assoluto immobilismo, di non curanza per il nostro territorio, di concessione all’illegalità, come le CAVE della nostra zona che agiscono indisturbate in alta quota o in cresta, cambiando profili montani, intercettando falde acquifere, inquinando con l’abbandono di rifiuti e olii sul posto, contribuendo al dissesto con lo sversamento di marmettola o l’abbandono di ravaneti, che contribuiscono ad aumentare la velocità dell’acqua, il volume e il peso del carico che scivola a valle nei casi di precipitazioni molto intense. Per non parlare dei rifiuti teratogeni e mutageni per inalazione che sono stati stoccati nel piazzale del Cermec per ben 11 anni malgrado le segnalazioni dell’ARPAT, con il benestare della politica, su qualsiasi sedia sedesse, perché si dice che tutti sapessero. Onestamente di rispetto per l’ambiente, il lavoro, la salute, i beni comuni e diritti dei massesi non se n’è visto, fosse solo per la mancata pretesa di bonifica da parte di chi ha inquinato e chi continua a farlo.Allora perché dopo 25 anni questa messinscena, voluta da tutte le componenti politiche rappresentate in Consiglio tranne che dal M5S? Perché a spese dei cittadini, il Consiglio ha un costo, e non attraverso una serata culturale o laboratori per stimolare, soprattutto nei giovani, l’importanza di non dimenticare gli errori, se non orrori, del passato?

.

 

Il M5S si è rifiutato di sottoscrivere anche un documento sul rapporto Ambiente-Lavoro scaturito da questa frettolosa iniziativa e letto pomposamente in sede di Consiglio. Tale documento, è bene precisare, è stato criticato anche da Palagi, editorialista locale e componente dell’Assemblea Permanente che allora lottò con forza per ottenere la chiusura di quella fabbrica infernale. Questo è tutto quello che abbiamo detto prima e durante il Consiglio e per coerenza abbiamo RINUNCIATO al GETTONE di presenza, ma nel momento in cui ci siamo alzati per uscire dalla sala consiliare siamo stati accusati dal sindaco Volpi di “aberrazione della democrazia”, solo perché non potendo contare sul sostegno della sua “fantomatica” maggioranza, e una parte della minoranza, che pur avendo voluto il Consiglio e firmato il documento, lo ha mollato, è venuto a mancare il numero legale per l’approvazione del documento stesso. Evidentemente sconvolto da questo 3° Consiglio “usato” per lanciargli pubblicamente chiari messaggi dai suoi alleati, non si è accorto che è stato imperdonabile anche l’assenza del suo vice-sindaco, Uilian Berti, assessore all’Ambiente appunto!

Parlamentari a Massa

 

5 commenti leave one →
  1. patrizia permalink
    18 luglio 2013 23:13

    come possiamo pensare di rispettare l’ambiente se non si riesce nemmeno in una sede istituzionale e durante una commemorazione così importante a rispettare e ascoltare rispettosamente chi sta facendo il proprio intervento ?

    Mi piace

  2. Luca bianchi permalink
    19 luglio 2013 11:04

    Ah la coerenza questa conosciuta ……da loro però!!!!!!

    Mi piace

  3. Monica permalink
    19 luglio 2013 12:04

    Fanno pietà..davvero non ci sono più parole..esempi di incoerenza, ignoranza, vuoto totale..bah..

    Mi piace

  4. sara bertilorenzi permalink
    19 luglio 2013 12:34

    il nuovo che è avanzato… #rivotateli #keeponrunning

    Mi piace

  5. Valter Mattarocci alias Miles Gloriosus permalink
    19 luglio 2013 18:45

    Coerente la rinuncia al gettone. Meglio sarebbe se assoluta, in quanto la politica deve essere fatta con spirito di volontariato e per senso civico e quindi gratis e non deve essere o diventare una “stampella” per disoccupati ( specie in periodo di crisi economica).

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: