Skip to content

Sui sentieri della distruzione #M5S

12 luglio 2013

130623_cave Focolaccia TamburaWritten by Alberto Tarabella

Buongiorno Massa!

Alcuni attivisti M5S il 23 Giugno 2013, hanno partecipato all’escursione Sui SENTIERI della DISTRUZIONE, una passeggiata che partendo dal paese di Resceto, percorrendo il sentiero 166, è terminata al passo della Focolaccia sul Monte Tambura. Questa escursione ha visto la partecipazione di molte associazioni ambientaliste e persone appassionate di montagna, tutti sensibili ai problemi ambientali. L’obbiettivo comune era quello di vedere le attività distruttive in corso in quei luoghi. Le cave in quota Piastra Marina, Padulello e Focolaccia (vedi foto), rappresentano attività estrattive con alto impatto ambientale e ripercussioni sugli equilibri della montagna. In particolare i detriti e le polveri generano effetti molto negativi sul fenomeno del dissesto idrogeologico e sul ciclo dell’acqua e delle sorgenti carsiche.

La speranza, condivisa tra tutti i partecipanti e sostenitori, è quella di far crescere la conoscenza di ciò che sta accadendo e la consapevolezza del danno che viene provocato, per permettere azioni di arresto della DISTRUZIONE.

Il 23 giugno 2013 è partita la denuncia di Sui SENTIERI della DISTRUZIONE, le iniziative verranno ripetute soprattutto sui luoghi montani, ma il cammino intrapreso su questi sentieri si dovrà trasformare in una MARCIA di LIBERAZIONE e di riappropriazione di ciò che è fondamentale l’ACQUA, cioè la VITA , l’ACQUA di ciascuno e di tutti. A tal fine continueranno le manifestazioni, gli eventi e gli incontri “istituzionali” con le amministrazioni e con il Presidente del Parco delle Apuane sul piano delle attivita’ estrattive.

La nostra attenzione sui procedimenti amministrativi e legislativi, sia regionali che nazionali, sta aumentando e presto si vedranno i risultati positivi per le nostre Alpi Apuane e per la loro ACQUA.

info@massa5stelle.it

Se volete seguire e partecipare alle attività del M5S di Massa iscrivetevi a Meetup

Advertisements
2 commenti leave one →
  1. patrizia permalink
    12 luglio 2013 10:04

    essere famosi nel mondo perchè distruggiamo un patrimonio naturale inestimabile è il colmo !!!!

    Mi piace

  2. 12 luglio 2013 21:49

    E finché ci facevano statue e colonne andava anche bene: ma adesso generano parecchio scarto finto da vendere come ghiaia. Non c’era davvero bisogno di macinare le Apuane per fare del calcestruzzo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: