Skip to content

Ospedale, chi ha firmato le carte? #elezionimassa

11 maggio 2013

.

Schermata 2013-05-07 alle 23.35.11Written by Riccardo Ricciardi

Buongiorno Massa!

La zona del Bondano si allaga e le case subiscono danni strutturali, il cambiamento di fisionomia e di pressione idrostatica del terreno, dovuto all’arrogante costruzione del nuovo ospedale, infatti le ha sottoposte ad un’inclinazione che ne ha determinato fessurazioni che mettono in serio dubbio la loro sicurezza nel tempo. Tutto questo però era prevedibile e previsto e l’amministrazione Pucci, che tanto ha voluto il nuovo nosocomio in quella location, non può sottrarsi alle proprie responsabilità dirette. Chi ha dato il consenso alle concessioni edilizie? Chi non ha voluto ascoltare la voce di chi indicava queste criticità? Dov’è la Valutazione di Impatto Ambientale che completa la pratica del progetto, che ha lo scopo di esporre chiaramente, come dice il nome stesso, quale sarà l’urto che il territorio interessato subirà in seguito alla costruzione di quel determinato fabbricato o impianto e che ne determina la fattibilità? E soprattutto dov’è finito il primo parere negativo dato dalla Commissione Parlamentare relativamente a questi progetti? Ci sembra troppo riduttivo che la giunta Pucci si limiti a dar ragione a chi era già certo di averla. Noi individueremo le varie responsabilità: del sindaco Pucci, Presidente della Conferenza dei sindaci che ha preso la decisione riguardo all’ubicazione, dell’assessore Brizzi ai Lavori pubblici e relativa esecuzione, niente meno, che ha posto il suo nulla osta, dell’assessore Ofretti all’Ambiente che doveva valutare la V.I.A. appunto, mentre manca persino l’Autorizzazione Paesaggistica, dell’assessore Leonardi alla Sanità, che non si è opposta alla costruzione di un nosocomio su di un terreno paludoso, del Vice Sindaco Nardi che pubblicamente ribatteva le segnalazione di un geologo che evidenziò i problemi che si sarebbero verificati con tale costruzione. Non mancano poi le responsabilità di tutti i consiglieri che hanno votato a favore del progetto, dell’Asl e della Regione Toscana nella figura del suo Presidente Rossi. Questa decisione è targata insomma PD come lo sono le politiche sanitarie che accomunano i programmi dei candidati Volpi e Gabrielli, che dovranno chinare il capo di fronte ai loro maggiori sostenitori. A questo punto ci chiediamo a quali valori si sono ispirate le circa 400 persone che hanno accettato di riempire le liste a loro sostegno?

info@massa5stelle.it

.

943534_10200901888457158_886411056_n

Advertisements
One Comment leave one →
  1. Alfredo Mazucchelli permalink
    15 maggio 2013 14:45

    Sicuramente i Podestà di Massa e di Carrara. Siera parlato, fin dall’inizio, di interesse privato in atto pubblico e poi basta controllare e risalire ai proprietari del terreno. Si era denunciata anche l’inopportunità alla sua costruzione, causa la vicinanza di una zona industriale. In ospedale costruito a ridosso di un aria inquinata come quella di una zona industriale non poteva che soddisfare gli appetiti dei doliti noti.
    Non c’è nulla di nuovo nella storia dell’umanità anche relativo al fatto che bsterebbe “ascoltare” per non commettere delle bestialità : GLI ANTICHI GRECI, prima di costruire un ospedale collocavano dei pezzi di carne in diverse localita e veniva poi scelto quel sito dove il pezzo di carne resiteva più a lungo all’usura del tempo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: