Skip to content

Dissesto idrogeologico #elezionimassa

11 maggio 2013

Carta di Massa

Carta di Massa

Dalla Carta di Massa: Riduzione del rischio frane e alluvioni, difesa dell’ambiente, salvaguardia del territorio e piano di Protezione Civile

Abbiamo la fortuna di vivere in un luogo splendido che dai monti al mare ci regala emozioni e panorami unici e lo vediamo mutare sotto i nostri occhi, con le montagne mangiate da una cementificazione selvaggia che disbosca ed indebolisce i versanti, i fiumi che diventano strade, la mancanza di manutenzione e pulizia dei monti e dei torrenti, la montagna abbandonata.
Nel mezzo una città che soffre ad ogni pioggia abbondante, con allagamenti, frane, crolli, esondazioni. L’assenza di un piano di Protezione Civile che renda efficaci gli interventi e gli aiuti complica ulteriormente le cose.
C’è bisogno di una presa di coscienza importante e di una svolta decisa.
La tutela dell’Ambiente è uno dei temi più sentiti del Movimento 5 Stelle, perché la devastazione del territorio non può che ripercuotersi sull’uomo, pregiudicandone la qualità di vita attuale e futura.
Il programma del MoVimento 5 Stelle di Massa prevede una linea di azioni precise e concrete perché provvedere alla riduzione di ogni rischio è un dovere, e una priorità, di una corretta amministrazione. E questo va posto in essere come misura preventiva non dopo che le calamità si sono abbattute.
La prima azione consiste nell’individuare tutte le criticità per poterle affrontare. Noi non raccontiamo favolette né diamo messaggi ingannevoli ai cittadini, a causa degli elevati costi , nell’ordine di centinaia di milioni di euro, per la totale messa in sicurezza dei versanti e dei corsi d’acqua, è possibile pensare principalmente a mitigare il rischio in via preventiva, individuando le situazioni più critiche. Per prima cosa vanno eliminate le cause del dissesto, cioè l’abbandono dei terreni, l’abusivismo edilizio, il disboscamento, le attività estrattive impattanti , l’occupazione delle zone fluviali, il prelievo abusivo di inerti dagli alvei, la mancata manutenzione di versanti e corsi d’acqua.
Importante è il controllo delle vecchie opere di messa in sicurezza dei fenomeni franosi e l’individuazione delle situazioni più a rischio per provvedere a nuovi interventi. Bisogna restituire al territorio lo spazio necessario per i corsi d’acqua, rispettando le fasce di pertinenza fluviale. Vanno riaperti , ove possibile, i fossi tombati e va fatta la pulizia e manutenzione di fossi, canali e fiumi. Inoltre è necessario attuare interventi per favorire il regolare deflusso delle acque piovane e la realizzazione di casse di espansione ove necessario e possibile, a tutelare la pubblica incolumità in caso di precipitazioni di straordinaria portata.
I fondi saranno reperiti tramite i finanziamenti statali, regionali e provinciali e anche tramite la buona gestione del bilancio comunale, dato che l’eliminazione degli sprechi permetterà di risparmiare cifre considerevoli che saranno destinate alle criticità del territorio.
Sarà redatto un piano di Protezione Civile per tutelare la pubblica sicurezza in caso di calamità e coordinare gli aiuti in modo ordinato ed efficiente.

Scarica e diffondi la Carta di Massa

Scrivici a info@massa5stelle.it

943534_10200901888457158_886411056_n

Annunci
17 commenti leave one →
  1. Pippo permalink
    11 maggio 2013 19:45

    Ma non vi vergognate a dare giudizi su ciò che non conoscete? Un articolo che ricopia quello che e’ scritto sulla Nazione, giornale sempre schierato in difesa degli interessi dei privati e non della comunita’, pieno di errori, inesattezze che dimostra l’approssimazione e l’improvvisazione di gente poco preparata. Siete uguali, se non peggio della classe politica che volete cambiare!!! Due senatrici della Repubblica che non sanno che per entrare in una proprietà privata bisogna chiedere il permesso… Se questo e’ il nuovo che avanza….

    Mi piace

    • Alessandra permalink
      11 maggio 2013 21:26

      Caro Pippo, invece tu non sai che l’ospedale è una proprietà pubblica e quindi dei cittadini, si vede da come scrivi che fai parte del vecchio che è stato sorpassato!

      Mi piace

      • Pippo permalink
        11 maggio 2013 22:12

        Proprio perché è pubblico non si capisce il perché di questa forte opposizione che non ha basi scientifiche. Oppure si cavalca la protesta di chi è stato espropriato (dopo aver utilizzato i propri terreni come discarica per cui le bonifiche) e avrebbe voluto realizzare villette da vendere o affittare a prezzi folli? Ecco perché qualcuno cavalca questa protesta e le due senatrici, per inesperienza ci sono cascate con tutte le scarpe…. Oppure anche loro fanno gli interessi di pochi…. Oppure si tratta della solita demagogia della vecchia (?) politica… Cara Alessandra rifletti….

        Mi piace

        • Alessandra permalink
          11 maggio 2013 22:37

          Caro Pippo, in quell’ospedale dovranno stare attive delle pompe 24 ore su 24, le strade dei dintorni si allagano ad ogni acquazzone, fior di geologi ( le basi scentifiche) hanno dichiarato che la zona non è adatta perchè paludosa e da sempre cassa di espansione dei fossi della zona. A me sembra il solito magna magna della vecchia politica e spero tanto che qualcuno paghi per questa scelta scellerata ed anche per i 400 milioni spariti alla ASL tanto per rimanere nel campo sanitario. Le senatrici hanno due palle così e non abboccano a niente, mi sembra invece che le tue siano riflessioni interessate da vecchio politico Pippo….

          Mi piace

          • Pippo permalink
            12 maggio 2013 03:33

            Cara Alessandra tu che parli di pompe attive 24 ore su 24 conosci il progetto? Secondo me no perché infatti il progetto non prevede alcuna pompa accesa e mi risulta che non ci sono pompe accese nemmeno ora. Le case si allagano ad ogni acquazzone perché non esiste un reticolo fognario che raccolga le acque bianche. Tutte le case dei dintorni scaricano le acque di pioggia nei fossi più vicini, molto spesso abusivi (come d’altronde sono questi scarichi non autorizzati) che scaricano nel Silcia che a sua volta scarica a mare. Ma quando il vento che arriva dal mare non permette al Silcia di scaricare cosa succede? Il Silcia esonda e tutto si allaga. Come mai nella zona paludosa tutti vogliono costruire case ma non un ospedale? Quanto ai geologi esperti vatti a rivedere l’intervista rilasciata al tg1 delle 20,30 del 08/12/2011 in cui l’esperto parlava che l’ospedale una volta realizzato sarebbe sprofondato per la “liquefazione delle sabbie” come tutte le abitazioni vicine. Guarda poi la torre ex colonia Fiat che è proprio sul mare. Per i 400 milioni di buco quella è la solita politica ma lo è anche esprimere pareri senza informarsi ma solo per sentito dire…

            Mi piace

  2. max permalink
    12 maggio 2013 11:39

    come per ogni cosa prima di lasciare commenti o dichiarazioni bisogna essere a conoscenza dei fatti che spesso sono travisati o ingigantiti.l’ospedale è stato costruito lì dopo che la conferenza dei sindaci ha scartato le altre ipotesi,certo la zona non è delle migliori ma la posizione vicino all’autostrada ed alla litoranea ne fanno un sito facilmente accessibile.per quello che riguarda le esondazioni ed allagamenti devo riconoscere che Pippo dice il vero in quanto non esiste nessuno studio che colleghi gli eventi di questo inverno con l’ospedale,è altresì vero che queste aree agricole e quindi non edificabili facevano gola a molti e la struttura ospedaliera ha vanificato le speranze di molti,le case e gli appartamenti edificati nel tempo non hanno mai messo in dubbio la sicurezza della bonifica e non capisco tutto questo accanimento esclusivamente per l’ospedale.

    Mi piace

    • Alessandra permalink
      13 maggio 2013 09:20

      È proprio vero che prima di parlare bisogna informarsi bene, infatti il terreno, anzi la sabbia dove sorge la torre Fiat è ben differente dalla palude dove sorge il nuovo ospedale, tanto è vero che la torre( gioiello di architettura ) è costruita senza fondamenta. Per quanto riguarda la correlazione con gli allagamenti vi ricordo che gli studi di fattibilità devono essere prodotti prima dell’opera e dimostrare che non ci saranno rischi. Affermare che non ci sono studi sulla correlazione e quindi non è dimostrata è una scusa per sollevarsi a dalle responsabilità senza nessun razionale tecnico.er quanto riguarda le pompe 24 ore fatevi una passeggiata intorno all’ospedale e vedrete con i vostri occhi, l’ospedale Versilia che è più alto rispetto al nostro le ha accese continuamente……a meno che Massa non abbia un sistema speciale di galleggiamento….che vi dico già non esiste, non si può fare un tipo di fondamenta isolato completamente dal sottosuolo…

      Mi piace

      • pippo permalink
        13 maggio 2013 10:39

        Cara Alessandra, hai proprio ragione, prima di parlare bisogna informarsi ma non leggendo i giornali o ascoltando le chiacchiere di chi fa disinformazione per interessi privati (vedi lottizzazione) !!! Infatti la torre Fiat sorge proprio nell’area retrodunale tipica di tutte le coste proprio nella stessa situazione dell’Ospedale di Massa. Sabbia c’è sotto la torre, sabbia c’è sotto l’ospedale.. La falda è la stessa come potrai constatare guardando una qualsiasi carta idrogeologica. In quanto alla torre Fiat, ha anche essa un piano interrato come l’Ospedale ma è più “bassa” rispetto all’Ospedale!!! Inoltre come tutti gli edifici ha le fondamenta altrimenti non potrebbe star su!!! Le pompe che vedi intorno all’ospedale sono quelle che sta utilizzando una ditta che ha vinto la gara d’appalto (indetta dal Comune) per la deviazione del Silcia. In cantiere mi risulta che le pompe siano state spente oltre un anno fa. Per quanto riguarda l’ospedale della Versilia, credo che i problemi dipendano esclusivamente dall’impermeabilizzazione evidentemente mal realizzata. Infine per l’affermazione che non si possono fare fondazioni isolate completamente dal sottosuolo, se ci pensi tutte le case intorno all’ospedale che hanno gli interrati dovrebbero, vista l’altezza della falda, avere le cantine completamente sommerse….. Non so dove tu prenda le informazioni ma secondo me dovresti cambiare fonte…

        Mi piace

  3. Alessandra permalink
    13 maggio 2013 14:17

    Beata ignoranza, al minuto 1,5 del filmato Brunello Pucci spiega come la Torre Fiat sia senza fondamenta, ma visto che è del PD ci sta che non sappia quello che dica, magari sei anche tu del PD Pippo e allora parlatevi e spiegatevi.

    Mi piace

  4. pippo permalink
    13 maggio 2013 14:56

    Infatti, beata ignoranza… Brunello Pucci sarà anche un uomo di cultura, ma mi sa che di ingegneria ne capisce poco… le immagini dal minuto 2 fino al minuto 5. 40 riprendono chiaramente e inequivocabilmente un sistema di fondazioni dirette su plinti e probabilmente anche su pali. Se non credi a quello che dico fai vedere queste immagini ad un qualsiasi ingegnere, architetto o anche geometra e avrai una sola risposta. come puoi constatare anche la torre Fiat è poggiata su sabbia come l’ospedale come ti avevo detto. Il fatto che Pucci sia un esponente del PD non lo esonera dal dire castronerie, anzi… certo che se le tue fonti di informazione sono queste capisco la gran confusione che fai….

    P.S. non sono del PD ma sono un cittadino!!

    Mi piace

  5. Roberto Gozzani permalink
    13 maggio 2013 18:49

    “se ci pensi tutte le case intorno all’ospedale che hanno gli interrati dovrebbero, vista l’altezza della falda, avere le cantine completamente sommerse…..”
    Se vuoi ti faccio parlare con qualcuno che da un paio di anni ha cantina sommersa ad ogni pioggia un po’ piu’ forte. Le pompe che prima tirava fuori dall’armadio all’occorrenza ora sono stabilmente pronte ad operare.

    Mi piace

    • pippo permalink
      14 maggio 2013 07:38

      Caro Roberto,
      se il tuo amico ha la cantina piena d’acqua probabilmente ha l’impermeabilizzazione che si è rovinata. In una cantina immersa nell’acqua di falda l’acqua entra solo se si rompe l’impermeabilizzazione, altrimenti non entra. Se così non fosse la cantina sarebbe sempre piena d’acqua (principio dei vasi comunicanti). Se poi ci sono degli eventi particolari per cui al tuo amico gli si allaga il giardino e quindi anche la cantina perchè l’acqua passa dalle porte il discorso è diverso. Però se il tuo amico vuole farti credere che la realizzazione dell’ospedale ha fatto innalzare la falda, portalo a mare butta una pietra nell’acqua e chiedigli di misurare di quanto si è alzato il livello. Se prendi una carta idrogeologica dell’area ti accorgi che la parte interrata dell’ospedale, per quanto grande possa essere è paragonabile ad un granello di sabbia nel mare e quindi non influisce minimamente sul livello della falda.

      Mi piace

  6. giuseppe permalink
    14 maggio 2013 11:33

    buongiorno, noto con piacere che almeno qualcuno sta provando ad intervenire con commenti tecnici invece di affidarsi al qualunquismo e al populismo tipico di chi cerca consensi ad ogni costo, anche senza sapere bene di cosa si sta parlando. Affermare che un edificio possa “esistere” senza fondazioni dà un’inequivocabile misura della preparazione tecnica e capacità critica di una persona. Bisognerebbe sempre entrare a fondo, nel merito, delle problematiche che si stanno affrontando. Analizzarle e capirle a fondo. Purtroppo, invece, in questa occasione, come in molte altre associate al “grillismo” (vedi biowash ball, ogm, nucleare, scie chimiche…e chi più complotti ha più ne metta) si banalizza e disinforma, sicuri del consenso di chi come voi poco sa e ha solo voglia di andare un po’ “contro”. Superficialità e pressappochismo. Parlate di essere il nuovo che avanza ma il comportamento è pari al vecchio, anzi forse peggio perchè si persevera.
    cordiali saluti

    Mi piace

    • Carlo permalink
      15 maggio 2013 22:55

      Giuseppe, tanto iniziamo a non rubare e a lasciare li montagne di soldi come i rimborsi elettorali, che di scuse i vecchi politici non ne hanno, se guardiamo come è stata amministrata Massa c’è da vergognarsi, con perle di assessori e sindaci da snocciolare in fila come rosari. Poi nel merito Alessandra non si è posta come esperta, ma come semplice cittadina e come tale ha diritto di farsi delle opinioni dove vuole. Esempi brillanti di opere fatte da tecnici, come sembreresti tu, ce ne sono a bizzeffe da queste parti, vedi palazzo di via Pisacane etc. quindi non c’è da meravigliarsi se i cittadini dubitano, hai poco da dare colpe a Grillo e M5S. Ieri è apparso un penoso articolo del PD sul giornale dove spiegavano che la colpa della scelta del sito di costruzione dell’ospedale è dei DS perchè l’allora Margherita aveva ritenuto poco adatta la zona , ma poi per non perdere i finanziamenti a malicuore aveva votato a favore, questi sono quelli capaci? Finisco dicendoti che parlare di complottismo per temi come OGM e nucleare fanno di te un profilo a dir poco qualunquistico e disinformato.

      Mi piace

      • giuseppe permalink
        16 maggio 2013 07:40

        carlo, proviamo a risponderti punto per punto al minestrone che hai creato. Sono perfettamente d’accordo con te sul fatto che di soldi ce ne hanno rubati tanti. Non sono di Massa e quindi non entro nel merito ma anche altrove gli esempi di mala politica e di spreco di denaro pubblico è sempre sotto i nostri occhi. Ma questo è un concetto generale, che poco centra sul discorso tecnico che stavo cercando fare. Fare affermazioni a dir poco assurde ma sensazionali che accalappiano il consenso è tanto grave quanto la politica che ruba soldi. La senatrice Alessandra non è un semplice cittadino, è un cittadino speciale, che si fa portavoce e rappresentante di altri cittadini. Dovrebbe quindi essere un po’ più preparata degli altri. Il diritto di farsi un’opinione ce l’ha senza ombra di dubbio, ma nel momento in cui le dichiarazioni rasentano il ridicolo, l’opinione diventa disinformazione, e la gente che non necessariamente deve essere preparata, le crede. Questa è l’unica colpa che sto attribuendo alla senatrice, parla senza sapere neanche cosa sia una fondazione, una falda, una pompa da emungimento: se ne scrive dovrebbe conoscerne, ma soprattutto non dovrebbe affidarsi senza alcun senso critico alle parole di altri senza verificarle (vedi il prof. Pucci). Dell’articolo del PD sinceramente me ne interessa poco. non era di questo che volevo parlare. Fa sempre parte di quell’aspetto poco tecnico e molto politico di cui sopra. Infine, nel calderone che hai creato, buttando argomenti qua e là, mi fa enormemente piacere sapere che la pensiamo diversamente su Nucleare e OGM (avevo dimenticato la TAV l’altra volta) perché mi dà una chiara idea di quanto tu sia informato su tali argomenti. Ma questi sono altri discorsi che richiederebbero troppo tempo e non è questa la sede.
        saluti

        Mi piace

  7. Alessandra permalink
    16 maggio 2013 08:04

    Vorrei precisare a Giuseppe che io non sono senatrice e purtroppo per motivi di tempo neanche attivista del M5S. Sono una cittadina simpatizzante che ha trovato nel M5S una sponda politica. Finalmente mi sento rappresentata, non dalle critiche ma dalle proposte che il Movimento ha sempre fatto! Buona giornata.

    Mi piace

    • giuseppe permalink
      16 maggio 2013 08:17

      Chiedo scusa. Pensavo fosse la senatrice del M5S. La invito comunque ad informarsi bene sugli argomenti di cui parla. Buona giornata a lei.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: