Skip to content

La bolletta non GAIA #elezionimassa

3 maggio 2013

Schermata 2013-05-03 alle 09.03.27

Buongiorno Massa!

Il metodo per il calcolo delle tariffe dell’acqua adottato da Ato1 nel 2011, e riapprovato per tutta la Toscana il 30 Aprile 2013, viola il referendum del 2011 come anche appurato dal Consiglio di Stato che ha imposto l’obbligo di restituzione di quanto indebitamente incassato dai gestori per il periodo luglio 2011 – 31 dicembre 2012.
All’atto del totale subentro di Gaia nella gestione del servizio idrico del Comune di Massa l’Ato 1 creò una tariffa transitoria per il solo 2013 con lo scopo di non incidere troppo durante l’imminente campagna elettorale per le elezioni comunali, ma è già previsto che le alte tariffe subiranno un ulteriore aumento nel 2014.
Come cittadini siamo sconcertati dalle scelte fatte dall’allora “felicemente compatta” amministrazione Pucci che ha deciso di continuare a far pagare la quota cancellata dal referendum. Quota che dal 30 aprile è stata reintrodotta con un diverso nome. La responsabilità in Toscana è del PD e delle sue forze alleate, a Massa è di Giuliano Minuto (GAIA e 28Aprile), del sindaco Pucci, dei suoi consiglieri e degli assordanti silenzi dei suoi assessori Gabrielli, Ofretti, Della Pina, tutt’ora fedeli, e Nardi, Vivoli, Coppa, che nonostante facciano ancora parte della giunta pucciana attualmente sono nella coalizione per Volpi, anch’egli silenzioso.
In questi giorni ci sono giunte decine di segnalazioni sui disservizi nelle bollette di GAIA:
persone non allacciate alla fognatura che pagano ugualmente fogna e depurazione, depositi cauzionali addebitati a persone con la domiciliazione bancaria o postale, persone residenti che pagano come non residenti. Per dimostrare la residenza inoltre ai cittadini è stato richiesto un certificato con pagamento della marca da bollo al posto dell’autocertificazione gratuita. Sarebbe bastata una semplice convenzione Comune-GAIA.
Possibile che nell’era di Internet, Comune e Gaia Spa non abbiano ancora condiviso i dati degli utenti residenti?
Il Movimento 5 Stelle ha già inoltrato la questione ai propri parlamentari che chiederanno nelle sedi deputate: il rispetto dell’esito referendario con l’eliminazione dei profitti dalle bollette dell’acqua, una nuova concezione di tariffa che veda l’acqua come un diritto e non come una merce in vendita, l’approvazione della legge sul Servizio Idrico proposta dai Movimenti per l’Acqua Bene Comune e la ripubblicizzazione della Cassa Depositi e Prestiti per favorire gli investimenti di finanza pubblica in questo settore.
E’ obiettivo del M5S di Massa stabilire con precisione le quote illegittimamente percepite e a tal proposito ha richiesto la documentazione utile all’Ato1, per effettuare i relativi conteggi e valutare azioni a tutela degli interessi dei cittadini.
Sono 6 anni che il M5S preannuncia questi problemi ed evidenzia che nessuno in consiglio comunale si è mai attivato per prevenirli e per trasformare GAIA Spa in azienda speciale consortile, con rappresentanza dei cittadini e dei lavoratori all’interno degli organi di indirizzo e controllo.
Punti che invece sono presenti nel nostro programma per le elezioni comunali.
Nei prossimi giorni saremo davanti agli uffici GAIA , in Viale della Stazione, per fornire informazioni utili ai cittadini per la verifica della loro situazione e quindi del rispetto dei loro diritti.

Annunci
3 commenti leave one →
  1. Luca Bianchi permalink
    3 maggio 2013 12:04

    l’ennesima dimostrazione che della volontà popolare se ne fregano! ennesima dimostrazione che il PD ha cavalcato il referendum,o meglio il suo esito visto che in campagna elettorale non ha mosso un dito, solo per calcolo politico cioè usare il risultato contro il governo berlusconi….lo stesso con cui ora va a braccetto!

    Mi piace

  2. lisa65 permalink
    3 maggio 2013 14:45

    ma non solo i politici del PD ma anche gli altri sempre della detta SINISTRA…………porca miseria ho sempre e dico sempre votato a sinistra …………….non ci posso credere!!!!!!

    Mi piace

  3. max permalink
    4 maggio 2013 11:17

    cerco risposte non domande.luca aiutami tu.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: