Skip to content

Appello degli autoferrotranvieri #M5S

25 marzo 2013

Comunicato stampa

L’altra mattina vi è stato un incidente che ha coinvolto un bus dell’A.T.N. nel marasma che si crea ogni giorno in concomitanza dell’entrata e dell’uscita dei ragazzi all’istituto Staffetti di Viale Della Stazione. Fortunatamente solo danni alle cose, ma già altre volte purtroppo si sono verificati fatti ben più gravi.

Questa volta l’appello lo facciamo alla cittadinanza, visto che tra poco sarà interpellata col voto per decidere i nuovi amministratori.

Come lavoratori del settore, ma anche come cittadini più volte abbiamo segnalato agli amministratori le criticità della viabilità cittadina, abbiamo scritto sui giornali, fatto riunioni, articoli di giornale, ma niente è servito.

Niente è servito a rendere i percorsi dei bus più sicuri e veloci, infatti troverete sempre le macchine parcheggiate fino all’incrocio , come in via Ferdinando Martini , file di macchine lasciate dal lato non consentito , come lungo Viale Della Stazione, fermate usate come stalli da parcheggio e macchine ferme o in doppia fila in ogni luogo anche dentro le rotonde.

In alcune ore del giorno sembra un girone dantesco il centro di Massa, bloccato e stretto nella morsa del traffico, i bus imprigionati in via Europa che non riescono ad immettersi in via Democrazia, i cittadini e studenti che si ostinano a prendere il bus forzati ad attese estenuanti e presi in giro da un servizio e orari fatti apposta per non essere capiti.

In questi giorni abbiamo letto sulla stampa gli ennesimi annunci di inaugurazioni di servizi a chiamata da parte della Provincia, così come di programmi per il ripristino delle pensiline, sembra di assistere a quelle ripetute inaugurazioni di ponti o autostrade che non sono mai percorribili.

Del comune di Massa cosa dire? Non ha mai assecondato e accolto una nostra proposta scaturita dalla nostra esperienza quotidiana.

A cosa serve inaugurare piazze vuote assediate da macchine, cittadini arrabbiati e negozianti scontenti?

Sarebbe compito importante degli amministratori fare campagne per educare l’opinione pubblica all’uso corretto degli spazi cittadini e a una mobilità intelligente, partendo dalle scuole fino ad arrivare ai luoghi di lavoro, incentivando l’utilizzo del trasporto pubblico .

Ripetiamo quindi l’appello iniziale: cittadini, ora che siamo chiamati a rinnovare la nostra Amministrazione, pretendete una politica che si occupi di voi, della vivibilità della nostra citta , che non vi abbandoni in mezzo al traffico caotico e inquinante, che curi i collegamenti fra i paesi e il centro , sia nei giorni feriali che in quelli festivi, che trovi soluzioni per portare i figli a scuola o accedere ai servizi pubblici più importanti (ospedali, distretti, cinema ecc..), insomma soluzioni che vi facilitino la vita.

Leggete i programmi, informatevi di quello che hanno in mente i candidati delle prossime elezioni comunali, eleggete persone credibili, che sappiano ascoltare i cittadini non solo nel momento delle elezioni. Noi che in questo settore lavoriamo vi saremo sicuramente al fianco per difendere i servizi pubblici essenziali e il vostro diritto alla mobilità

F.A.I.S.A. Massa Carrara

5 commenti leave one →
  1. Luca Bianchi permalink
    25 marzo 2013 21:01

    La partecipazione dei cittadini significa anche dare voce e opportunità a chi ha l’esperienza per dare consigli sulla gestione di alcuni aspetti della città. Aggiungerei che mancano in estate degli adeguati collegamenti tra il centro e il mare o meglio il lungomare fino al cinquale. (credo infatti sia più veloce andare a piedi al mare che usare i mezzi)

    Mi piace

  2. orso bianco permalink
    26 marzo 2013 06:06

    come autista di scuolabus non posso che associarmi ai colleghi del servizio pubblico; ma oltre alle scelte amministrative, parliamo anche della civiltà dei genitori sempre pronti a puntare il dito contro i dipendenti pubblici, ma autentici pericoli pubblici sempre in ritardo…

    Mi piace

    • max permalink
      26 marzo 2013 11:59

      parola chiave “educazione civica”.perchè davanti alle scuole ci sono file di macchine di cittadini convinti di fare quello che vogliono?perchè i locali pubblici invece di gettare il lozzo fuori dai cassonetti ,salvo poi lamentarsi della pulizia,non piegano carta e cartoni e lo mettono nei contenitori appositi?perchè il volume dei locali è altissimo fino a notte fonda in barba alle ordinanze?perchè per fare i parcheggi ai bagni PRIVATI il lungomare è diventato una camera a gas a senso unico?perchè i ciclisti percorrono lo stesso viale a mare la domenica mattina a tutta velocità come se fosse il giro d’italia?SI CHIAMA EDUCAZIONE CIVICA e prima di fare programmi o proclami insegnamola fin da piccoli,siamo solo dei gonzi.

      Mi piace

      • orso bianco permalink
        26 marzo 2013 12:28

        se poi ci aggiungi che per 20 anni qualcuno ha fatto di tutto per legalizzare l’illegalità e gli italiani si identificano in lui……

        Mi piace

        • max permalink
          26 marzo 2013 12:37

          purtroppo è trasversale,non si colloca politicamente,anzi forse qualcuno in questi 20 anni lo ha fatto proprio perchè ha capito che siamo come lui.

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: