Skip to content

Reddito di cittadinanza #M5S

23 febbraio 2013

Paolo PuntoniWritten by Paolo Puntoni

Prima che qualcuno si spaventi stabiliamo subito cosa sia il reddito di cittadinanza. Lo dice la parola stessa: dare un reddito al cittadino. Il cittadino ultimamente è stato bistrattato, misconosciuto, ha subito il malfunzionamento dei servizi, della sanità, della giustizia, nonostante abbia sostenuto lo Stato con le sue tasse: è arrivato il momento di restituirgli qualcosa. La Costituzione sancisce che l’ Italia è una repubblica fondata sul lavoro: ove il lavoro venga a mancare è giusto che il cittadino sia sostenuto dallo Stato per poter mantenere dignitosamente sé e la propria famiglia. Dove prendere i soldi? E’ una domanda veramente ridicola!  I soldi che escono dalle nostre tasche e vanno verso Roma sono un grossissimo flusso di denaro! Ogni volta che viene emesso uno scontrino da un euro, lo Stato ne percepisce, di Iva, 17 centesimi; del guadagno che resta ne percepisce una buona percentuale, che tra IRAP, TARSU, IRPEF e altre tassucole supera il 50%; in più percepisce le tasse sui servizi connessi all’attività che ha emesso lo scontrino: tasse sulla luce, tasse sull’acqua, tasse sul telefono, tasse sul gas; in più l’attività paga il controllo sul registratore di cassa, sulle bilance, sull’impianto elettrico, e poi il commercialista, e altro ancora: tutti servizi che a loro volta pagano tasse allo Stato. C’è qualcosa che non torna, vero? Nel 2010 siamo risultati l’ottava potenza economica mondiale, eppure abbiamo i palazzi pubblici (ospedali, scuole, ecc…) che cadono a pezzi o sono fuori norma, mentre nel resto d’Europa c’è il reddito di cittadinanza (tranne la Grecia), scuole e servizi pubblici solidi ed efficienti. Sarà colpa dell’evasione fiscale? Non è così: l’evasione fiscale eventualmente recuperata servirebbe ad abbassare le tasse, ma non la spesa pubblica (cioè quello che lo Stato spende)! Stiamo semplicemente dicendo che lo Stato spende tanti soldi (il 65% del Prodotto Interno Lordo), ma li spende male: stipendi e pensioni d’oro, corruzione negli appalti pubblici, spese militari inutili e naturale bacino per uno scambio di mazzette, e via dicendo.
Qualcuno potrà pensare che i lavoratori potrebbero approfittare del reddito di cittadinanza. E’ chiaro che va regolamentato: diamo il reddito di cittadinanza per tre anni, durante i quali al lavoratore saranno proposti altri lavori corrispondenti alle sue idoneità; dopo tre volte che rifiuta un lavoro decade dal reddito di cittadinanza. Se non siete convinti, andate a chiedere ai lavoratori della Eaton se invece della cassa integrazione non vorrebbero nuovamente un lavoro, sentirsi utili alla società e alla propria famiglia! Capita invece che su Facebook si proponga un metodo sicuro per “guadagnare” fino a 500,00 euro al giorno sui casinò on-line, oppure di leggere sul giornale locale che ad un bar del Mirteto un operaio ha vinto 100.000,00 euro al “Gratta e vinci”: ecco, ci siamo evoluti, invece che in fabbrica, adesso abbiamo “l’operaio da bar”. Non sappiamo proprio fare di meglio?

9 commenti leave one →
  1. Alessandro permalink
    23 febbraio 2013 20:37

    Si e no.. Ricordiamoci sempre che siamo in Italia.. E troppa gente se ne approfitterebbe!! Ora vivo in Svizzera dove esiste il sussidio di disoccupazione e vi assicuro che mentre gli svizzeri si vergognano a chiederlo gli Italiani fanno a gara per averlo!

    Mi piace

  2. dall'aste federico permalink
    23 febbraio 2013 21:37

    la priorita’,ora,e’eliminare o almeno limitare il malaffare della politica,che e’ un divora-risorse sistematico e infallibile. politometro e carcere per chi ha rubato o ha permesso il furto..poi risparmio e indagini sul metodo del malaffare…un esempio?io sono un appassionato pescatore,nonche’ guida di rafting ed esperto di fiumi e posso assicurare che un metodo per sperperare soldi pubblici senza che nessuno obbietti e controlli e’ la cosiddetta messa in sicurezza dei fiumi..argini,dragaggi,interventi in alveo,sono spesso non solo inutili,ma addirittura disastrosi per danno ecologico e erosione del territorio..lavorando con appalti con grossi macchinari contrattati a ore e’ assai facile ingrossare preventivi e ingigantire i lavori..tanto il fiume muta e ogni anno cambia..se si ruba,basta un inverno e nessuno potra’ piu’ provarlo..e la gente muore di alluvione..questo dovrebbe dare l’idea di che persone senza scrupoli e’ formata la nostra classe politico-amministrativa!

    Mi piace

  3. Stefano permalink
    23 febbraio 2013 21:57

    E’ un segno di civiltà e progresso,
    negare la vita a chi a perso il lavoro è vergognoso!
    rifletti Alessandro pensi veramente che un’uomo di 50 anni con famiglia che per mille ragioni ha perso il lavoro, faccia a gare per prendere un sussidio che gli permette di vivere? che gara sarebbe poi? cosa si vince?
    Non trovo poi molto più progredita la svizzera che “statalizza” la prostituzione, che civiltà è quella che fà pagare le tasse all’amore, ,,,,,, non sempre l’erba del vicino è più verde.

    Mi piace

    • maria permalink
      28 febbraio 2013 09:37

      i soldi che dovrebbero dare a noi gli danno ai extra comunitari, che hanno imparato bene a fare la commedia dei disperati!!!!!…..nn vengono qua xchè sono disperati ma xchè sanno che qua fanno la bella vita …… di disperati veri ce ne saranno 5 su mille tutti gli altri sono furbi e noi coglioni,… è tempo di finirla , io rispetto tutti e tutto ,ma ,a tutto c’è un limite e questo limite è stato superato alla grande. io conosco ragazzi dell est che sono bravissimi ragazzi e rispettano le regole qui italia,
      ma il 90 per cento li metterei tutti al muro che siano neri ,bianchi o marroni , nn faccio differenza , voglio solo quello che è giusto…..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Mi piace

      • max permalink
        11 marzo 2013 12:08

        complimenti,al nuovo che avanza.i lager quando li costruiamo?

        Mi piace

  4. david lucii permalink
    5 marzo 2013 07:46

    …..mi sembra che qui vogliamo tutti il bene del nostro Paese,magari con idee diverse ma il fine e’ lo stesso per tutti. Abbiamo deciso di rimanere per non darla vinta a ruffiani e mafiosi e, complice anche la crisi, ci stiamo riuscendo alla grande. I modi per rubare sono molteplici e sempre piu’ raffinati. Solo un vero reset di tutta la classe dirigente e degli apparati burocratici ci permettera’ di provare a cambiare questo paese. Le leggi ci sono, basta farle applicare in maniera decisa e con intransigenza. Niente dormitori nelle carceri ma lavori socialmente utili che diano dignita’ al detenuto e apportino un contributo alla nazione. Per i casi piu’ odiosi lavori forzati.Abbiamo vissuto per 30 anni in uno stato di illegalita’ diffusa in cui i piu’ furbi e quelli senza scrupoli prevalevano sempre, ora e’ finita, basta! Faremo tornare di moda l’onesta’. Ci voglio credere.

    Mi piace

  5. MaxCek permalink
    5 marzo 2013 18:24

    Ora et labora. Senza rimanere con le mani in tasca.

    Mi piace

  6. yfly permalink
    5 marzo 2013 18:43

    sarebbe un respiro per noi cittadini , è un inizio importante per far girare di nuovo l’economia del paese , io ho perso il lavoro dopo 7 anni di sacrifici non ho ricevuto neanche il tfr sono due anni che lo aspetto , l’INPS mi hanno passato la disoccupazione per 8 mesi ( ovviamente nel frattempo non ho trovato nulla nonostante mi sia data molto da fare per trovare uno straccio di lavoro dignitoso) ed oggi mi ritrovo sola , senza lavoro , senza soldi , con una bambina da mantenere e ho dovuto vendere tutto ciò che mi apparteneva e con la mia piccola vivo rinunciando a tutto …è questa la civiltà? e come me chissà quante ce ne sono …siamo un grido senza voce ….rivogliamo la dignità tutti. Sarà difficile ci vorrà tempo? ok. Ciò che oggi accade mi da speranza quella di dare una vita migliore a mia figlia e soprattutto riesco ad intravedere un futuro …

    Mi piace

  7. max permalink
    11 marzo 2013 12:05

    se gli italiani che votano 5 stelle sono come Maria che dice che gli immigrati vengono in italia per il sussidio ringrazio per essere di un altro partito.la storia dei marocchini che rubano la casa ,il lavoro ed i soldi ai poveri italiani è vecchia e lasciamola ai padani per piacere.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: