Skip to content

La TAV apuana ovvero il traforo della Tambura #sapevatelo

26 novembre 2012

Intervista con Elia Pegollo sul progetto “Traforo della Tambura”. I temi trattati sono l’immenso patrimonio ambientale della montagna, chi guadagnerà dall’eventuale realizzazione e le disastrose conseguenze ambientali.

Scrivici a info@massa5stelle.it

Seguici su Twitter e Facebook

Advertisements
3 commenti leave one →
  1. isy bo permalink
    26 novembre 2012 10:43

    Indubbiamente in Italia le cose vengono fatte con i piedi e non con la testa, e l’ignoranza la fa da padrona…. SEMPRE.
    Che le Apuane siano delle montagne uniche penso che sia chiaro in tutto il mondo.
    Purtroppo la realtà è che la Garfagnana è collegata male e la GENTE HA BISOGNO DI COLLEGAMENTI NON VELOCISSIMI MA ALMENO FUNZIONALI.
    Non un trenino ogno ora e mezzo e che impiega più di un’ora ad arrivare a Lucca.
    Pensiamo a chi lavora o a chi va a sucola.
    Il servizio di autobus fa SCHIFO!
    Il treno è ….. un simpatico mezzo turistico per fare una giratina e godersi il paesaggio, non è un mezzo di trasporto per chi deve usarlo ogni giorno!
    QUINDI NO ALLA TAV NELLA TAMBURA, MA PER FAVORE, M5S, PROPONETE ALTERNATIVE.
    fate vedere il valore della terra e il patrimonio unico, ma guarando i fiumi sotterranei non ci si campa, c’è bisogno di qualcosa…… DATE ALLA GENTE DEI PROGETTI VALIDI, REALI, E ATTUABILI VELOCEMENTE ALTRIMENTI QUESTA BELLA TERRA NON PUO’ AVERE FUTURO SENZA COLLEGAMENTI DECENTI!
    IDEE???? ECCOLE POCHE, SEMPLICI E CERTO NON COSTANO 800 MILIONI DI EURO:
    aumentare il servizio di autobus di almeno dieci volte, la maggior parte dei paese vede l’autobus 2 volte al giorno, se lo vede …. che gli orari siano coerenti con quelli dei treni!
    parlo di treni perchè ci vuole sì il treno che già c’è per fare tutte le fermate ma ne serve uno che arrivi a lucca o ad Aulla, da piazza al serchio in meno di mezz’ora con max due fermate !!!! gli altri paesi potranno contare su autobus per arrivare alle fermate “veloci”
    difficile?
    costi elevati?
    impatto territoriale????

    vi saluto.

    Mi piace

  2. Alvaro Nannicini permalink
    26 novembre 2012 14:12

    Bravi , intervista realizzata in modo perfetto complimenti a regia , fonico DoP ecc ecc , non perdete di vista un personaggio quale è Elia Pegollo.
    Pubblicate la mail del sindaco Puglia di Vagli , condividiamolo con i vari gruppi e inviamo un appello del tipo ” con queste scelte il tuo futuro è assicurato ” .
    Da condividere anche su FB all’attenzione dell’ex ministro dell’ambiente ( toccatevi) Altero Matteoli.
    Scusate lo sfogo.

    Mi piace

  3. bernardo stefanini-massa permalink
    27 novembre 2012 08:03

    Bravissimo Elia, ottima esposizione del problema, puntuali segnalazioni dei danni che deriverebbero da questo insulso progetto che vede quale sostenitore quel campione di politico di Altero Matteoli. Ri cordo che del Traforo si parlava già oltre quarant’anni fa (in un articolo di Mons.Giorgetti su Vita Apuana): se non è stato fatto in questo lungo periodo in cui non c’era crisi come ora, c’è da sperare che non sarà fatto nemmeno nei prossini quarant’anni !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: