Skip to content

L’arancione non gli dona

3 novembre 2012

Certo non dovevamo attendere che qualcuno ci presentasse la pagella della nostra città per capire che Massa, senza ombra di dubbio non è una realtà amministrata con ponderatezza, equità e rispetto, sia per l’ambiente che per i cittadini. Il nostro è un territorio abbandonato, impoverito e derubato dal passaggio di amministrazioni certamente non animate dal legame affettivo con esso e dall’interesse alla sua valorizzazione. Il report sulla qualità dell’ecosistema urbano pubblicato dal Sole 24 Ore dimostra addirittura che Massa è persino riuscita a peggiorare le cose e a far precipitare i suoi valori in fondo ad una classifica nazionale (93° su 104), 6 posizioni sotto Taranto, la città più inquinata d’Italia, e questo crediamo non abbia bisogno di commenti. Sin dall’inizio del nostro cammino, come attivisti del MoVimento 5 Stelle ci siamo adoperati per informare i cittadini in cosa si sarebbe tradotto questo disinteresse amministrativo, sostenendo la necessità urgente di un piano d’intervento generale, lungimirante e coraggioso, che tenesse conto di vari aspetti che si intersecano e interagiscono per ottenere il risultato di una città che si riappropria di una dignità lavorativa, ambientale e culturale. Un piano a 360° che consideri la soluzione del dissesto idrogeologico montano, per una montagna sicura ed accogliente, di quello litoraneo, per una marina invitante e propositiva, una mobilità intelligente, funzionale e sostenibile, una raccolta differenziata porta a porta volta a Rifiuti Zero, per un ambiente sano, la produzione di energie alternative volta all’autonomia energetica del Comune, la lotta agli sprechi e alla dispersione di acqua e energia, il rispetto dell’ambiente in cui viviamo, terra, acque e aria, la difesa del territorio dalla cementificazione selvaggia e dalla colonizzazione mafiosa, come l’unica risposta alle molteplici ferite inferte in lunghi anni alla realtà massese, e soluzione provvida di benessere e lavoro. L’esito delle elezioni in Sicilia, da cui il M5S risulta la prima componente politica dell’isola, ha dimostrato che sempre un maggior numero di cittadini ha deciso di partecipare al cambiamento condividendo le nostre scelte. Per questo il M5S crede nell’assoluta necessità di introdurre nuovi strumenti democratici a favore della trasparenza amministrativa, dell’apertura alla partecipazione e controllo diretto da parte dei cittadini. Questo non è più il momento dell’attesa e della delega compiacente, se vogliamo che il futuro sia migliore dobbiamo rimboccarci le maniche tutti, per garantire ai nostri figli le giuste prerogative e il piacere di vivere a Massa. Il programma elettorale del M5S di Massa sarà elaborato con la diretta collaborazione dei cittadini che hanno formulato istanze, denunce e proposte al nostro banchetto itinerante su tutto il territorio massese che possono contiuare a farlo scrivendo a info@massa5stelle.it

 

Seguici su Twitter e Facebook

Annunci
6 commenti leave one →
  1. 3 novembre 2012 15:52

    Forse e’ piu’ corretto dire che la ricerca e’ stata fatta da legambiente. Comunque ecco il link del sole24ore con piu’ dettagli. http://www.ilsole24ore.com/dossier/norme-e-tributi/2012/guida-ecosistema-legambiente/index.shtml

    Mi piace

  2. Cristina permalink
    3 novembre 2012 16:14

    La situazione di Massa è vergognosa e di questo dobbiamo ringraziare chi ci doveva tutelare e invece ci ha fatto sprofondare ai livelli peggiori in Italia. Complimenti all’amministrazione comunale! Ma chi ne fa le spese? Siamo noi cittadini costretti a vivere con una scarsa qualità di vita, in una zona altamente inquinata, con i liquami nei fiumi, i turisti che denunciano il Comune per l’inquinamento del mare e non torneranno più, con danni per l’erosione e per il dissesto, con un ambiente non preservato e con le immondizie che ancora fuoriescono dai bidoni e macerano cattivi odori e l’imbarazzo di capire che qui da noi le priorità rispetto al benessere dei cittadini sono altre.
    Ora però basta! Ora si cambia! Ora ci si riprende in mano il nostro sacrosanto diritto di poter vivere in un territorio rispettato e protetto.

    Mi piace

  3. Carlo permalink
    3 novembre 2012 21:37

    Come sempre arrivano conferme alle sensazioni. Continuiamo a tenerci questa classe di amministratori? Mi auguro che tutta l’attuale giunta alle prossime elezioni sia inviata garbatamente a fare altri lavori. Perchè anche chi si professa puro, come minimo si è girato dall’altra parte.

    Mi piace

  4. david lucii permalink
    3 novembre 2012 21:55

    …la Versilia si riconferma un territorio con una popolazione contenta e soddisfatta dei suoi amministratori. Da noi a Forte dei Marmi stanno tutti aspettando in poltrona di rivedere Buratti riconfermato sindaco a Maggio, in corsa per il Parlamento…e’ uno strano paese…

    Mi piace

  5. patrizia permalink
    4 novembre 2012 10:46

    dallo stesso rapporto di Legambiente : su un totali di 45 piccole città capoluogo siamo
    44° per consumi idrici domestici,45° per produzione di rifiuti urbani,42° per offerta di trasporto pubblico,41° per tasso di motocicli circolanti, 37° per certificazioni ambientali , e così via. Magra consolazione : siamo al 4° posto per aree verdi totali, cioè un terzo del territorio comunale è destinato al verde …….sarà perchè il nostro comune è in gran parte montuoso ……

    Mi piace

  6. 4 novembre 2012 13:05

    Sono sempre più convinto che la mala-politica( quella si che è la vera antipolitica!) è anche colpa di tutti gli Italiani e del loro disinteresse verso la res- publica( cosa pubblica).Nel mio caso un e-mail di un amico, ormai diversi anni fà, mi ha fatto conoscere il blog di Beppe Grillo e da allora per me le cose sono cambiate. Ho conosciuto i M5S, in particolare Voi di Massa e Carrara e grazie a Voi la Democrazia Diretta ben divulgata da Michelotto, Rifiuti Zero di Paul Connect, e soprattutto ho visto il Vostro impegno per la vostra città e il suo territorio. Credo che la soluzione alla -malapolitica a Massa come in tutta Italia sia proprio questa: i cittadini che tornano ad occuparsi del loro territorio, la Politica con la P maiuscola.Spero che anche tanti altri riescano ad aprire gli occhi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: