Skip to content

Ortola….a dìche che lozzo!

8 luglio 2012

Sabato 7 Luglio 2012, “PROGRAMMA INSIEME” arriva ad Ortola e trova….un gran lozzo! Il quartiere colpisce per lo stato di abbandono delle strade, del parco e del relativo parcheggio, ci siamo rimboccati le maniche ed anche stavolta abbiamo dato una ripulita. Il degrado, come molti cittadini ci hanno riferito, è comune a tutta la zona. La fontana del parco è vuota perchè un tubo, rotto da tempo, ha creato un laghetto con relativo ruscello che scorre tra le altalene rendendole inservibili e finendo in gloria in fondo al parco. Un grande spreco d’acqua per un modesto danno risolvibile in poco tempo. Ci chiediamo se avrebbe più senso dare priorità alle problematiche delle periferie invece che all’estetica delle piazze del centro.

Ringraziamo i molti cittadini venuti a sostenere la nostra campagna con le loro proposte e non solo….

Alla prossima!

One Comment leave one →
  1. roberto del sarto permalink
    9 luglio 2012 07:13

    solo la natura prende il sopravvento sugli artifici umani , ma spesso è la natura dell’uomo a segnare in modo inequivocabile l’ambiente sociale e non solo.
    quindi le erbacce” o più semplicemente l’erba che nasce è opera di natura , mentre il resto no.
    affidare all’uomo il compito di muoversi nella prospettiva che ciò possa non accadere sembra semplice : non sporco = non pulisco .
    Questa equazione così come molte altre sono estremamente complicate se non ci rapportiamo con “equilibrio” , che in questo caso specifico è semplice educazione e rispetto dell’ambiente sia esso naturale o sociale .
    l’azione di recupero del “lozzo” costituisce forse uno dei segnali iniziali che manifestano la volontà di cambiamento, di presa di coscienza , di educazione e di molto altro.
    Ricordo che chi si occupa della pulizia delle nostre strade non può soccorrere solo con il proprio lavoro un ambiente violentato quotidianamente.
    per quanto riguarda le piazze e loro estetica dico solo che non è un nuovo pavimento od un lampione che trasformano un luogo , sono le persone che significano la città, il quartiere , la strada, gli effetti speciali ,pur lodevoli nelle intenzioni ,spesso diventano mostrine sui petti di coloro a cui non è rimasto altro che far mostra di se.
    l’ipocrisia neppure tanto celata delle azioni pirotecniche e degli effetti speciali , mostra la incapacità di una idea profonda , fondativa , portante rivolta a significare un necessario rinnovamento etico e sociale , mostra anche se stessa quale unica espressione , in questo canto del cigno , di una politica FINITA.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: