Skip to content

Grillo e Deaglio

25 giugno 2012

La parola al cittadino:

Massimo Michelucci

Non capisco proprio l’acrimonia, la supponenza e forse anche l’odio nei confronti di Grillo in uomini di sinistra in teoria liberi da condizionamenti di partito.

Enrico Deaglio, per esempio, ha titolato un suo intervento sull’ultimo Venerdì di Repubblica: “Il Grande Vuoto che esaltò la destra e che oggi ci rifila un Grillo”.

Mi chiedo se per un uomo di sinistra non era più opportuno, se non addirittura doveroso, riflettere che il Vuoto esistente oggi nella pratica concreta ci ha rifilato un governo Monti-Fornero, tecnici capaci solo di dirci che occorre fare 100 di cassa per non fallire, e che tale 100 lo si realizza tassando per 90 quelli che meno hanno e per 10 quelli che hanno di più; e che di fronte al rilievo che la cosa è ingiusta confessano candidamente che capiscono l’osservazione, ma che fare il contrario non è tecnicamente possibile, e finita lì.

Io sono allibito che di fronte a cose simili, davvero importanti e gravi, a sinistra si continui invece a prendersela con Grillo.

A meno che, unica spiegazione che viene in mente come possibile, sia la classificazione “uomini di sinistra” ad essere errata, trattandosi più praticamente di “soloni”, che come si sa non hanno colore.

Ma anche dei soloni i cittadini sono ormai stanchi e accadrà a tutti loro quel che è accaduto a Galli Della Loggia che ha pontificato sulla necessità di rinnovamento ed al quale è stato osservato, anche con benevola ironia: “Giusto! Comincia tu a metterti da parte”.

La “Parola al cittadino” è uno spazio libero messo a disposizione dei cittadini dal Blog

Scrivici a info@massa5stelle.it

Seguici su Twitter e Facebook

3 commenti leave one →
  1. Carlo permalink
    25 giugno 2012 20:24

    La sinistra autoreferenziale di cui si parla quì sopra è ben presente anche a Massa, pensa di avere la verità in tasca senza accorgersi che parla solo a se stessa. Appena si sono accorti del successo del MoVimento 5 Stelle non si sono minimamente soffermati a valutarne i contenuti, ma lo hanno solo osteggiato con aggressività focalizzandosi sulla figura di Grillo e non sul lavoro degli attivisti. Sono sempre gli altri che non capiscono e loro (sempre meno) nel giusto. Good Bye!!

    Mi piace

  2. roberto del sarto permalink
    26 giugno 2012 06:43

    il mio pensiero
    quelli che politici di destra e di sinistra credono di poter giudicare che cosa può essere politica e cosa no
    quelli che credono che la poltrona su cui siedono sia un loro diritto e si guardano bene dal far vedere il rovescio
    quelli che credono di essere i pilastri della politica …ma su quale fondamenta ?
    quelli che iniziano a temere che il popolo diventi meno sovrano ma più coscente
    quelli che dovrebbero pensare a chinare la schiena e non a pretendere di vedere gli altri a pecorina
    quelli che dovrebbero avere una coscienza e rendersi conto di poter e dover fare un passo indietro
    quelli che hanno le verità pronte all’uso ma non fano uso di verità
    quelli che è il momento di fare una trattativa per continuare la spartizione di carichi ed incarichi
    quelli che a chi ce lo ha più…….
    perchè in fondo con i politici l’unico parametro su cui possiamo confrontarci è rimasto solo quello

    Mi piace

  3. daniele permalink
    26 giugno 2012 22:34

    da cio che scrivi si presuppone che riponi una certa morale dietro i partiti..ti stupisci che a sinistra non si comprenda un movimento come il 5 stelle….di fatto la politica di oggi non è piu quella dei grandi partiti a cui ci ha abituato il secolo scorso…dove una parvenza di “credo” tra i rispettivi leader e militanti c’era…adesso trasversalmente da destra a sinistra (vedi il pd meno elle), si tende a gestire un partito, non su base degli ideali, ma con l’unico scopo di essere li, è un teatrino fine a se stesso..e spesso fare opposizione risulta piu conveniente che governare…in realtà oggi, tra destra e sinistra non c’è alcuna differenza, si fanno i programmi elettorali solo su misura di quanti voti portano, altrimenti tante lacune legislative che fanno la nostra sciagura sarebbero state risolte al volo, senza avere dei tecnici che fanno quello che i partiti, per paura di perder voti, non hanno fatto…questa non è buona politica, quando si va avanti solo per difendere la propria squadra, non si governa il paese, si governa la squadra in cui si stà…e per questo la politica ha strillato già il suo canto del cigno…si, per citare grillo: “i politici sono morti.”..politicamente già da un po, per questo sono cosi abbarbicati a monti, ultima nave che galleggia in questo mare di affondati…quindi se la sinistra ce l’ha con grillo è comprensibile nella logica che ho scritto prima..è un lobbismo..puro lobbismo…e grillo viene visto solo come uno che porta via voti….per questo il M5S è cosi minaccioso per tutto l’emisfero politico italiano….perchè rappresenta un metodo che spezza queste logiche lobbistiche…ora deve solo non cadere in errore e tirare avanti coerente e l’elettorato lo premierà sicuramente…come si dice: male non fare, paura non avere no?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: