Skip to content

Appello del coordinamento Rifiuti Zero Toscana

24 novembre 2011

Comunicato stampa del Coordinamento Rifiuti Zero Toscana Costa

Il Coordinamento Rifiuti Zero Toscana Costa lancia un appello ai Sindaci ed ai Consiglieri dei Comuni dell’ATO Toscana Costa affinché venga dato voto contrario alla delibera di approvazione del procedimento di costituzione della società mista per la gestione integrata dei rifiuti urbani sul territorio dell’ATO “Toscana Costa” (New-co).
Tale delibera contrasta con la volontà popolare che si è espressa con il referendum di giugno che ha visto nei nostri territori un’adesione “plebiscitaria”. Ricordiamo che mentre la Regione Marche impugna di fronte alla Corte Costituzionale il D.L. 138/2011 sulla privatizzazione dei servizi publici locali in quanto contrastante con l’esito referendario, la Regione Toscana impone invece accelerazioni per la sua attuazione, minacciando il commissariamento dei Comuni che non adempiono.
L’approvazione di tale delibera costituisce un salto nel buio, senza certezze sul tipo di servizio che verrebbe attuato e sulle tariffe che verranno imposte ai cittadini e alle cittadine. Infatti non è mai stato approvato il Piano interprovinciale che deve dettare gli indirizzi politici della gestione dei rifiuti: non abbiamo dubbi che la nuova società, come già avviene laddove la gestione è affidata a società per azioni di dimensioni elefantiache, in assenza di indicazioni dettate dal Piano, baserebbe la propria attività sull’impiantistica di smaltimento finale, rischiando di azzerare le esperienze virtuose di gestione dei rifiuti che si vanno sviluppando sempre più nel territorio dell’ATO Toscana Costa.
Denunciamo come la mancata approvazione del Piano interprovinciale abbia eluso il diritto sancito dalle leggi di partecipazione dei cittadini e delle cittadine al processo decisionale che non avrà più senso esercitare “a giochi fatti”.
Abbiamo appreso che alcuni Consigli Comunali dell’ATO Rifiuti Toscana Costa hanno già dato voto
contrario alla delibera: diamo loro tutto il nostro appoggio e solidarietà, come faremo con i Comuni che vorranno deliberare il loro rifiuto.
Per ribadire che i servizi pubblici locali, ed in particolare il servizio di gestione dei rifiuti non deve essere terreno di rapina delle tasche dei cittadini e cittadine a favore di speculatori privati, il Coordinamento Rifiuti Zero Toscana Costa aderisce alla manifestazione nazionale a Roma del 26 novembre per l’acqua ed i beni comuni.
Inoltre aderiamo, e una nostra delegazione sarà presente, alla manifestazione nazionale della rete rifiuti zero sabato 3 dicembre a Roma ore 10:00 in P.zza SS.Apostoli.

COORDINAMENTO RIFIUTI ZERO TOSCANA COSTA

 

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: