Skip to content

Scie chimiche sopra Massa.

27 aprile 2011

Scie chimiche sopra Massa

                                                                                                                                                      Da oltre un anno sui cieli di Massa (Foto sopra) si osserva sempre più frequentemente un fenomeno che da tempo è diffuso in tutta Italia, quello delle scie chimiche: sembra che si tratti di irrorazioni di sostanze non ben identificate (tra cui metalli pesanti come alluminio e bario) rilasciate da aerei cisterna non identificabili, che volano a quote e su rotte non convenzionali: le scie che rilasciano hanno la caratteristica di permanere in cielo a lungo e tendono ad espandersi, creando una nuvolosità artificiale e innaturale. Alcune di queste scie hanno un aspetto bizzarro, sembrano quasi dei merletti ! Spesso questi passaggi avvengono in modo da creare un reticolo di scie che non può essere casuale, ma è sicuramente fatto ad arte per ottenere una copertura più uniforme del cielo. Questo particolare fenomeno è stato descritto in un articolo del quotidiano “Il Tirreno” del 3 Settembre 2010, su segnalazione di un cittadino di Carrara.
Il problema è che, oltre a deturpare il cielo e offuscare il sole, le sostanze che vengono rilasciate poi ricadono sul terreno e vengono respirate dalla popolazione: l’alluminio, in particolare, è legato a patologie neurologiche, il bario a quelle muscolari e cardiache, ed essi sono ormai enormemente presenti nei cibi, nel terreno, nel nostro corpo.
Tutta questa attività pare sia collegata a progetti militari per il controllo del clima : il problema e’ stato segnalato anche al capo dello stato nell’aprile 2010 ed e’ stato oggetto di numerose interrogazioni parlamentari a partire dal 2003 fino al recente febbraio 2011, ma le risposte sono state vaghe, in quanto la materia e’ regolata da specifiche disposizioni di legge. Alcuni media, come la rivista “Focus” o le trasmissioni televisive “Mistero ” e ” Voyager” si sono spesso occupate dell’argomento, prospettando scenari e ipotesi inquietanti. Questo fenomeno , pero’, e’ ancora troppo poco conosciuto e molto spesso, segnalandolo, si riscontra scetticismo o poco interesse : sarebbe bene invece informare il piu’ possibile per essere tutti consapevoli di quello che sta succedendo, infatti, citando una frase di Einstein, ” il mondo e’ quel disastro che vedete, non tanto per i guai creati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono, ma stanno a guardare “.

Troverete maggiori  approfondimenti e informazioni su “Cieli liberi”

19 commenti leave one →
  1. Aldo Cannavò permalink
    27 aprile 2011 21:35

    Non esiste la certezza che le scie chimiche vengano rilasciate da aerei. Secondo me è più facile che siano frutto delle esplosioni nella varie guerre attualmente i corso con l’aggiunta delle emissioni nocive di molte fabbriche in tutto il mondo,compresi gli inceneritori dei r.s.u. – Le correnti dei venti su vari strati atmosferici spostano in tutte le direzioni per migliaia di chilometri questi veleni,che poi ricadono sul terreno e sulle acque, finendo nel nostro corpo con la respirazione ed i vari cibi contaminati. Il genio,l’interesse e la cattiveria umana stanno distruggendo la terra ed i suoi abitanti,nel silenzio generale.

    Mi piace

  2. Giuseppe Orofino permalink
    29 aprile 2011 07:49

    Nei paraggi di Massa passano due aerovie, tra cui quella di avvicinamento/allontanamento da nord su Pisa dal punto di Berok (sta da qualche parte in garfagnana). Da quanto ne sò ma prendetelo con le molle non sono espertissimo da un annetto a questa parte la vettorizzazione in avvicnamento su Pisa è leggermente cambiata dalla rotta standard per accorciare un pò il percorso ed evitare che per un sconfinamento il traffico venga vettorizzato anche da Firenze.

    SOno info che ho raccolto quando al cinquale ancora si poteva saltare e dovevamo coordinarci con Pisa per una condivisione armoniosa del cielo 🙂

    Mi piace

  3. Antonio permalink
    29 aprile 2011 08:44

    Mah, mi lasciano un po’ dubbioso.
    C’è un buon approfondimento critico su
    http://attivissimo.blogspot.com/search/label/scie%20chimiche

    Mi piace

  4. prato permalink
    29 aprile 2011 17:24

    Ma per favore…….
    evitiamo queste stupidaggini!!!

    Mi piace

    • gianni permalink
      29 aprile 2011 23:58

      Non sono “stupidaggini”. Sono quei fenomeni che sarebbero da “monitorare” perchè l’ambiente è da rispettare anche per chi verrà dopo di noi.

      Mi piace

      • prato permalink
        30 aprile 2011 07:45

        ripeto sono stupidaggini!
        non c’è niente di vero!
        non ci sono evidenze di nessun tipo!
        è la fantasia di qualcuno che fa presa nell’immaginario comune!
        qual’è la logica che c’è dietro alle scie chimiche, a cosa servono? perchè qualcuno dovrebbere investire soldi per gettare sostanze nocive nell’aria, quando se vuole smaltire qualcosa d’illegale ci sono 1000 altri modi più economici e meno evidenti!
        credetemi sono stupidaggini non degne della vs attenzione.

        Mi piace

        • PATRIZIA permalink
          30 aprile 2011 10:50

          nessuno ha parlato di smaltimento illegale, rientrano in un progetto militare e quindi sono coperte da segreto …

          Mi piace

        • Gianni permalink
          30 aprile 2011 18:27

          Ma si può dire che gli aerei non inquinano ?

          http://assemblealegislativa.regione.emilia-romagna.it/biblioteca/pubblicazioni/MonitorEuropa/2006/Monitor_9/PE/Kerosene_Aerei.htm

          Mi piace

        • 14 dicembre 2011 23:06

          Nessuno crede che si immettano in atmosfera di proposito sostanze nocive.Certo è che se esistono arrivano da qualche parte,compreso dagli aerei,dagli inceneritori di rifiuti e dalle esplosioni per guerre in corso anche lontane da noi.I venti portano in poche ore in ogni luogo sostanze inquinanti anche da varie migliaia di chilometri.

          Mi piace

  5. PATRIZIA permalink
    30 aprile 2011 10:44

    libero di avere tutti i dubbi, ma completa le tue info su siti come ” cieli liberi ” dove c’è un ampio resoconto di tutti i documenti disponibili sull’argomento . E poi basta stare ad osservare il cielo per qualche ora nei giorni ” critici” !

    Mi piace

    • gianni permalink
      1 maggio 2011 18:39

      Molto bene, sito esauriente :
      http://cieliliberi.blogspot.com/

      Mi piace

  6. 30 aprile 2011 23:38

    Io credo che le scie lasciate dagli aerei siano comunque “chimiche”, nel senso che l’inqinamento che provocano e’ molto ben visibile. Vi ricordare gli sbuffi delle macchine diesel fino a 5-10 anni fa’? Beh, non sono certo cambiati, ma ora hanno aumentato le temperature e le raffinazioni, quindi non VEDIAMO piu’ cosi’ frequentemente gli sbuffi neri dai tubi di scappamento, ma l’odore e’ il solito e le sostanze inquinanti forse anche di piu’. Ma e’ come al ristorante o a tavola: occhio non vede, cuore non duole. Io credo che le scie chimiche esistano eccome (il controllo micro-climatico e’ una realta’ gia’ da tempo, vedi olimpiadi in cina o pioggia radioattiva post cernobil…) ma non sono quelle che vediamo sopra massa. Ho fatto qualche misurazione approssimativa, ma sembra che il motivo per cui le scie siano piu’ permanenti e strane rispetto al passato sia dovuto a diversi fattori.
    1) i motori sono ben diversi.. altre temperature di lavoro per il risparmio energetico, altri tempi prima di raggiungere i livelli di condensazione quindi;
    2) altre quote delle rotte, piu’ alte, quindi con diversa pressione.
    3) densita’ di sorvolo nettamente superiore, la scia quindi non ha il tempo di sfaldarsi che e’ gia’ ritracciata da un altro volo.
    4) il vento di alta quota, spostando le scie, crea una rete di scie, ma la rotta e’ in realta’ sempre la stessa.
    5) il vai e vieni di scie (interruzioni) dipende solo dalla disuniformita’ delle temperature/pressioni/umidita’ delle masse aerostatiche.
    6) quando 2 aerei sono vicini e uno dei 2 interrompe e riattacca la sua scia, significa solamente che hanno motori diversi che lavorano a temperature diverse e che le disomogeneita’ dell’aria si manifestano solo con uno dei 2 motori per le diverse temperature e pressioni di esercizio.

    Insomma, per quanto ho potuto vedere con i miei occhi (e calcolare), l’inquinamento degli aerei di linea e’ talmente visibile e calcolabile che le scie chimiche mi sembrano un problema minore!!!!

    Per non essere frainteso, io sono contro le scie chimiche, sia chiaro! 🙂

    Mi piace

  7. 4 maggio 2011 21:54

    Ringraziamo la Redazione di questo sito per il riferimento al nostro blog http://www.cieliliberi.blogspot.com che tratta il problema delle scie chimiche e della operazione ionosferica USA – NATO H.A.A.R.P senza particolari nostre considerazioni ma solo collazionando e pubblicando le dichiarazioni di fonti autorevoli politiche, istituzionali, scientifiche e mediatiche.
    Tra queste dichiarazioni, la più autorevole è ovviamente quella della Presidenza della Repubblica che, ad una signora richiedente lumi sulle scie chimiche aeree, fa rispondere non dalle altre dieci segreterie del Quirinale, ma dalla Segreteria del Consiglio Supremo di Difesa e dall’Ufficio per gli Affari Militari che afferma che per le scie chimiche aeree è “competente il Ministero della Difesa” .
    ‘ Ad abundantiam’ , la risposta del Quirinale – visibile in originale nel blog cieliliberi –
    è firmata dall’Assistente Militare per l’Aeronautica.
    Nel blog potete trovare anche i testi delle numerose interrogazioni parlamentari presentate da deputati e\o senatori di tutti gli schieramenti politici, le dichiarazioni di scienziati, giornalisti, generali delle forze armate italiane: buona visione ed analisi di quello che sta avvenendo sulle nostre teste.
    Grazie ancora per l’attenzione e per l’impegno di questo sito su questo molto complesso problema che, purtroppo, viene censurato anche nel blog di Beppe Grillo, comunque benemerito per le tante sue tenaci lotte per la trasparenza democratica in Italia e nel mondo.
    Corrado Pala e Vittorio Iori – Roma

    P.S.: chi volesse comunicare con noi per situazioni importanti, troverà l’indirizzo delle nostre mail personali nella prima pagina del nostro blog http://www.cieliliberi.blogspot.com.

    Mi piace

    • pier luigi permalink
      7 gennaio 2013 14:30

      Ho effettuato varie osservazioni e letto molti articoli pro e contro le tesi sostenenti le cosiddette scie chimiche ,tuttavia ritengo che il problema potrebbe essere affrontato dal punto di vista delle rotte ,che nessuno sembra evidenziare…i nostri spazi aerei sono regolamentati da sorte di corridoi prestabiliti ,che nessuno di detti velivoli parrebbe rispettare ne’ in altitudine ne’ in posizionamento…non sarebbe , percio’, piu’ vincolante, per le autorita’ da contattare, sottoporre le incongruenze di rotta ,che dovrebbero ricadere nella difesa e controllo dello spazio aereo nazionale ( ENAC e Aeronautica Militare ) ? Chiederne loro resoconto rientra nei diritti di cittadino e , a maggior ragione ,di Enti e Associazioni ,ai quali e alle quali si dovrebbe ,nel caso ,opporre la segretezza di detti voli a scopi militari…le moderne tecnologie permettono anche a un privato di determinare altitudine e rotta di un velivolo ,che ,se non identificato dal controllo del traffico civile ,dovrebbe essere motivato da ragioni militari…e’ un canale che non ho mai visto percorso ed ero curioso di sottoporVi la questione…grazie dell’attenzione…pier luigi

      Mi piace

  8. 4 maggio 2011 21:55

    scusate la mia mail più usata è corpala@gmail.com, non c.pala@tiscali.it

    Mi piace

  9. Gustavo permalink
    6 maggio 2011 17:33

    Questa notizia merita un commento alla Fantozzi: “Le scie chimiche sono una CA*ATA PAZZESCA”.

    Mi piace

  10. Gianni permalink
    7 ottobre 2011 22:36

    Qualche delucidazione tecnica

    Mi piace

  11. Gianni permalink
    14 dicembre 2011 21:39

    Un nuovo link : http://www.greenme.it/approfondire/guide/6476-scie-chimiche

    Mi piace

  12. 8 settembre 2012 11:01

    Wow, this piece of writing is pleasant, my younger sister is
    analyzing these things, so I am going to tell her.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: