Skip to content

Zanzare ! Ecco le biotrappole a costo zero.

30 maggio 2011

Premettiamo che contro la zanzara ogni metodo di lotta biologica (fatta eccezione del bacillus thuringiensis) è ancora in fase sperimentale.
Proponiamo in questo post delle utili informazioni, anch’esse sperimentali.

La prima riguardo la campagna antizanzara fatta in sud america col metodo “ovitrappola fai-da-te” proposto dal prof. Maulori Cabral http://www.youtube. com/watch? v=vqtws6DOcak& feature=related per contrastare la diffusione della “dengue” trasmessa dallo stesso vettore della febbre gialla Aedes aegypti. La ovitrappola dovrebbe funzionare un po’ con tutti i tipi di zanzara e in questo video in 2 parti viene spiegato meglio come realizzarla (è in portoghese, ma comprensibile) http://www.youtube. com/watch? v=nLS7ro1bfqE& feature=related + http://www.youtube. com/watch? v=NdiKChGuK_ M&feature= related

Riassunto del procedimento:
Materiali:
-Una bottiglia da 1,5 in pet, meglio se con svaso ripido (tipo uliveto per intenderci)
-Un pezzetto di Microtulle (tipo la veletta dei confetti)
-Nastro Isolante
-Forbici e carta vetrata
Metodo:
Si taglia in 2 la bottiglia, utilizzando lo stesso anellino che fa da sigillo al tappo si blocca il buco piccolo nel collo della bottiglia con il tulle.
Si mette sul fondo della bottiglia qualche grano di miglio (alpiste) o di riso (Arroz), cibo per gatti o altro alimento non grasso in modo da favorire il proliferare di batteri.
Si raspa la parte interna dell’imbuto in modo da ottenere una superficie scabra, più gradita alla bestia
Si mette la parte ad imbuto dentro l’altra in modo che rimanga circa 1 cm dal dal fondo.
Si sigilla il punto d’unione con il nastro isolante nero.
Si riempie d’acqua e si ripone in luogo ombroso al coperto.
(si potrebbe usare una bottiglia in plastica scura o verniciarla esternamente di nero per ottenere un maggior effetto attrattivo per le zanzare).

Lo scopo di questo metodo (che andrebbe usato in maniera massiva) consiste nel ridurre la capacità riproduttiva della zanzara tigre che è alquanto stanziale (si sposta max. 150-200 mt) e in Italia il metodo “ovitrappola” è stato riproposto in chiave ancora più semplice (con un bicchiere nero) in tema di lotta biologica alla zanzara tigre dal Comune di Aqui Terme, in questo video se ne spiegano chiaramente le ragioni http://www.ecoblog. it/post/8666/ combattere- le-zanzare- con-mezzo- bicchiere- dacqua-intervist a-a-fabio- grattarola

La seconda informazione riguarda, questa volta, la lotta agli adulti di zanzara tigre sempre tramite trappole e qui occorre fare subito una precisazione: dalle varie testimonianze reperite in internet, quasi tutte affermano che le “trappole fai-da-te” che si vedono in youtube non funzionano, perché si basano su una emissione insufficiente di CO2 (la zanzara usa tale elemento per orientarsi verso la preda da pungere). Vi sono, di contro, delle efficaci trappole in commercio che costano più di 200 €, ma che sono assolutamente anti-ecologiche perché tutte producono CO2 in dosi massicce. Continuando a cercare abbiamo trovato invece una ditta (Biogent) che produce una “trappola per zanzara tigre biologica” senza fare uso di CO2 e/o di sostanze nocive (costa € 149,50 ma, a quanto sembra, è alquanto efficace). Dal sito si legge: “La trappola Biogents® MosquitaireTM imita le correnti di convezione create da un corpo umano. Essa si avvale di segnali visivi che attraggono le zanzare tigre e di una sostanza odorosa a tre componenti, la Biogents SweetscentTM, che contiene componenti chimiche paragonabili a quelle presenti sulla pelle umana”. Qui per gli approfondimenti http://www.mosquita ire.it/cms/ website.php? id=/it/trap/ faq2.htm, resta da vedere se le componenti odorose sono realmente innocue per l’uomo e per gli animali.

Auguriamo a tutti un’estate con poche punture….

2 commenti leave one →
  1. 31 agosto 2012 23:08

    I think this is among the most important information for me.

    And i am glad reading your article. But want to remark on
    few general things, The web site style is perfect, the articles is really great : D.
    Good job, cheers

  2. 19 settembre 2012 07:16

    I do not even know the way I stopped up right here, but I assumed
    this post used to be great. I do not know who you
    are however definitely you’re going to a well-known blogger in the event you aren’t already ;) Cheers!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 3.716 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: